consumi

Russia verso le recessione nei prossimi 2 trimestri

20 Marzo 2014 11:55
financialounge -  consumi crescita economica crisi rating recessione Russia ucraina
financialounge -  consumi crescita economica crisi rating recessione Russia ucraina
Il governo di Mosca ha riferito che l'economia russa sta mostrando segnali di una crisi, proprio mentre gli Stati Uniti e l'Unione Europea hanno annunciato sanzioni al piano di annettere la Crimea dall'Ucraina.

"La situazione dell'economia mostra chiari segni di una crisi" ha dichiarato il vice ministro dell'Economia Sergei Belyakov ieri a Mosca che ha poi aggiunto: “Il governo deve evitare di incrementare il carico fiscale sulle imprese perchè sarebbe l’approccio sbagliato: prelevando più risorse dalle aziende non sarebbe logico chiedere poi loro di modernizzare la produzione”.

Anche prima dell’attuale crisi con l'Occidente, la peggiore dai tempi della Guerra Fredda, l'economia della Russia evidenziava la crescita più debole dalla recessione del 2009 con la domanda dei consumatori che non è riuscita a compensare il calo degli investimenti. La crisi ucraina sta mettendo a dura prova i 2.000 miliardi di dollari dell’economia della Russia che ha registrato un aumento dell’1,3 per cento nel 2013, dopo il +3,4 per cento dell'anno precedente: una crescita, quella dell'anno scorso, definita insufficiente lo scorso 12 marzo da Putin.

Ma c’è di più. In un report pubblicato ieri, Vladimir Kolychev e Daria Isakova, economisti con sede a Mosca presso la VTB Capital, hanno previsto che la Russia finirà probabilmente in recessione nel secondo e terzo trimestre di quest’anno visto il trend della domanda interna, l’incertezza sulle ripercussioni della crisi internazionale, e le condizioni finanziarie più rigide: i due specialisti hanno tagliato la stima 2014 a una crescita zero dal 1,3 per cento stimato in precedenza.
Trending