Albania

Anche l'Albania punta ad entrare nella UE

8 Novembre 2013 08:00
financialounge -  Albania bilancia commerciale commissione europea danimarca esportazioni germania importazioni italia olanda Regno Unito
financialounge -  Albania bilancia commerciale commissione europea danimarca esportazioni germania importazioni italia olanda Regno Unito
Il percorso sarà lungo almeno una decina di anni. E non è assolutamente certo che finirà con un esito positivo. Resta il fatto che la Commissione europea ha proposto a metà ottobre ai paesi membri dell’Unione di concedere lo status di paese candidato all’Albania. Tirana ha fatto richiesta di adesione per la prima volta nel 2009 ma ci sono voluti quattro anni prima che la Commissione potesse procedere alla proposta ufficiale.

Tra gli sponsor figura l’Italia, che auspica il via libera allo status che consentirebbe all’Albania di acquisire maggiore credibilità nella comunità internazionale. Al contrario la Gran Bretagna è orientata a un voto sfavorevole per via della ancora diffusa corruzione, mentre almeno altri tre paesi (Olanda, Germania e Danimarca) hanno dichiarato di essere diffidenti sui progressi in campo economico e sociale di Tirana.

Il PIL dell’Albania, la cui composizione vede al primo posto i servizi con il 60,5% del totale, seguiti dall’agricoltura (20,4%) e dall’industria (19,1%), è in discesa negli ultimi anni: dopo anni di boom del 2002-2008 (caratterizzati da una crescita annua tra il 5% e il 7%), sono seguiti anni al 3,3% (2009-2010), un anno al 2% (2011) e una modesta crescita l’anno scorso (+0,5%).

Molto meglio la bilancia commerciale con le esportazioni in vantaggio rispetto all’import: nel 2012, a fonte di 1,2 miliardi di euro di export il paese ha registrato importazioni per 728 milioni, mentre nei primi sei mesi di quest’anno l’export ha fatturato 571 milioni contro i 401 milioni di importazioni.
Trending