Diversified Alpha Plus Fund

Diversified Alpha Plus Fund - 15 ottobre 2013

29 Ottobre 2013 - 6:50
financialounge - news
financialounge - news
1. Il contesto caratterizzato da crescita bassa e politiche monetarie accomodanti sembra essere tornato. La parziale chiusura del governo federale statunitense potrebbe comprimere il Pil dello 0,5% nel quarto trimestre e la percezione comune è che ciò, unitamente alla pubblicazione ritardata dei dati sulla crescita dell’attività economica, dovrebbe posporre ulteriormente la riduzione della manovra di allentamento quantitativo.

2. Nelle prime due settimane di ottobre, le piazze azionarie globali hanno guadagnato l’1,3%, con l’S&P 500 in rialzo dell’1,0%. I Treasury Usa hanno perso quota, principalmente a causa delle tensioni sul segmento creditizio, malgrado l’imminente moderazione della crescita.

3. Le attività dei mercati emergenti hanno trainato il rally, con le azioni in salita del 4,3%, le divise in avanzamento dell’1,2% e il debito pubblico in valuta estera in rialzo dell’1,4%. Le materie prime hanno guadagnato lo 0,8%. L’allontanamento della prospettiva del “tapering” sembra aver messo in ombra i deludenti dati sulla crescita.

4. Anche i mercati finanziari dell’Eurozona hanno conseguito ottimi risultati. Le borse azionarie hanno guadagnato il 3,9%, con in testa i mercati periferici e i settori ciclici (Grecia +10,5%, Italia +9,0%, Spagna +6,7%, Eurostoxx Banks +11,4%). Le obbligazioni della periferia dell’area euro si sono mosse al rialzo (i rendimenti dei titoli decennali di Grecia e Portogallo hanno perso 92 e 43 pb rispettivamente).

5. I listini giapponesi hanno continuato a far segnare una sottoperformance (dopo aver toccato il picco rispetto alle azioni globali lo scorso maggio), e il Topix ha sottoperformato i mercati mondiali dell’1,2%. Lo yen si è mantenuto stabile nei confronti del dollaro Usa, e i dati sulla crescita hanno evidenziato un contesto di fragilità.

6. Nelle prime due settimane di ottobre il portafoglio ha guadagnato il 4%. L’esposizione direzionale alle azioni è rimasta contenuta (22% circa) e gran parte del rendimento è giunta dalle posizioni pro-cicliche nelle obbligazioni e nelle azioni dell’Eurozona.

7. Abbiamo avviato diverse posizioni tematiche a livello settoriale, tra cui un posizionamento corto nelle azioni dei beni di consumo primari emergenti rispetto alle omologhe dei paesi sviluppati, accentuando l’esposizione al nostro tema del rallentamento dei consumi nelle economie in via di sviluppo.

8. Rimaniamo ottimisti circa la ripresa dell’area euro dai minimi ciclici fortemente depressi, e riteniamo che continui a prevalere un atteggiamento di eccessivo scetticismo. Manteniamo una quota rilevante del nostro budget di rischio su questo tema.

9. Prevediamo di riuscire a ristabilire ed ampliare le posizioni associate all’imminente rimozione degli stimoli monetari negli Stati Uniti. Analogamente, andiamo in cerca di opportunità per ripristinare le posizioni legate all’altro nostro tema di lungo corso, quello del rallentamento in Cina, che a nostro avviso non si è ancora dispiegato del tutto.

Consulta la gallery per maggiori informazioni legate al comparto.
Consulta la scheda nella sezione fondi per accedere ai documenti associati al Diversified Alpha Plus Fund.




ARTICOLO AD USO ESCLUSIVO DEGLI INVESTITORI PROFESSIONISTI E QUALIFICATI.

Tutti
gli investimenti comportano dei rischi, tra cui la possibile perdita
del capitale. Le opinioni espresse sono quelle dell’autore/autori alla
data di pubblicazione del documento e possono variare in qualsiasi
momento a causa di cambiamenti del mercato o delle condizioni
economiche.
Tutte le informazioni concernenti, i rendimenti attesi e
le prospettive di mercato si basano sui risultati della ricerca, delle
analisi e delle opinioni dell’autore/autori. Pertanto, talune
conclusioni sono anche di natura speculativa e potrebbero quindi non
realizzarsi.
I rendimenti passati non sono indicativi dei risultati
futuri. Tutti gli investimenti comportano rischi, tra cui la possibile
perdita del capitale.
Trending