Europa

Weekly Brief - 2 settembre 2013

2 Settembre 2013 09:40
financialounge -  Europa Federal Reserve italia J.P. Morgan Asset Management livello di rischio syria tapering USA weekly brief
ve in questa edizione del Weekly Brief di J.P. Morgan Asset Management:

- I dati sul PIL degli Stati Uniti sono stati rivisti al rialzo al 2,5% (dato annualizzato trimestre su trimestre). I numeri positivi sono stati controbilanciati da una contrazione degli ordini di beni durevoli del 7,3%, così come da segnali di debolezza del mercato immobiliare, con un leggero calo del numero di nuovi cantieri.

- L’Unione Europea continua la sua debole ripresa con un miglioramento degli indicatori di fiducia in Francia e Italia. Anche la Spagna ha dato segnali positivi, rivedendo la stima di crescita negativa del Pil da -0,4% a -0,1%.


Riflessione della settimana
Un’eventuale risposta militare punitiva contro il Governo siriano – a causa dell’utilizzo di armi chimiche – sta rendendo i mercati nervosi, sostenendo un atteggiamento di avversione al rischio.
Ci sono alcuni elementi di incertezza riguardo alle prospettive globali: l’impasse politico in Italia che potrebbe mettere a rischio la stabilità dell’Area Euro, i contorni poco definiti del tapering della Fed in termini di tempistica e condizioni, e il dibattito sul tetto del debito negli Stati Uniti che richiede presto un nuovo accordo politico.
Queste preoccupazioni potrebbero essere i catalizzatori di una correzione dei principali attivi di rischio, che hanno beneficiato del miglioramento della propensione al rischio che resta ad alti livelli (si veda il grafico nella gallery), ma senza compromettere il trend positivo di lungo periodo ancora supportato da diversi segnali di fondamentali in miglioramento nel mondo sviluppato.

Consulta dati e grafici nella gallery




ARTICOLO AD USO ESCLUSIVO DEGLI INVESTITORI PROFESSIONISTI E QUALIFICATI.

Tutti
gli investimenti comportano dei rischi, tra cui la possibile perdita
del capitale. Le opinioni espresse sono quelle dell’autore/autori alla
data di pubblicazione del documento e possono variare in qualsiasi
momento a causa di cambiamenti del mercato o delle condizioni
economiche.
Tutte le informazioni concernenti, i rendimenti
attesi e le prospettive di mercato si basano sui risultati della
ricerca, delle analisi e delle opinioni dell’autore/autori. Pertanto,
talune conclusioni sono anche di natura speculativa e potrebbero quindi
non realizzarsi.
I rendimenti passati non sono indicativi dei
risultati futuri. Tutti gli investimenti comportano rischi, tra cui la
possibile perdita del capitale.
Share:
Trending