commodities

Wall Street: alla carica telecom e finanziari

12 Marzo 2013 - 7:00
financialounge - news
financialounge - news
Si è ormai conclusa la stagione delle trimestrali a Wall Street. E, con il quarto trimestre, è stato archiviato un 2012 tutto sommato positivo.

Infatti a consuntivo, in base ai dati raccolti dagli analisti della Thomson Reuters, nel trimestre che va dal primo ottobre al 31 dicembre 2012 i profitti aziendali delle 50 principali corporation USA sono saliti del 6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente portando a +6,1% l’incremento degli utili dell’intero anno dell’S&P500, ovvero dai 97,82 punti di fine 2011 ai 103,81 punti di fine 2012. Secondo le previsioni, nel 2013, i profitti delle aziende dell’S&P500 dovrebbero attestarsi a 112,29 punti con un ulteriore incremento rispetto al 2012.

Ma quali saranno i settori più brillanti in termini di aumento degli utili?
In testa le telecom che dovrebbero riuscire a segnare un +22,1% di rialzo nell’ultima riga del bilancio, seguite dalle società attive nel campo dei materiali di base (+17,6%), quindi dai finanziari (+15,6%), dalle imprese dei beni di consumo discrezionali (+13,6%) e dalle società tecnologiche (+10,1%).

Aumento dei profitti, ma single digit, invece, per le imprese dell’S&P500 operanti nei settori industriali (+9,1%), in quelli dei beni di consumo di prima necessità (+8,6%) e nell’healthcare (+1,0%). Fanalino di coda, le utilities, unico settore che dovrebbe invece accusare un arretramento dell’1,1% dei profitti 2013: un risultato che si andrebbe a sommare al -5,3% registrato nel corso del 2012.
Trending