finanza

Il rating fa aumentare il fatturato

13 Febbraio 2013 - 9:00
financialounge - news
financialounge - news
L’agenzia di rating Moody’s ha diffuso a febbraio i conti del quarto trimestre 2012. Il fatturato è aumentato del 33% a 754,2 milioni di dollari e l’utile è cresciuto del 66% a 160,1 milioni di dollari, 70 centesimi per azione, contro i 96,2 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso, che corrispondevano a 43 centesimi per azione.

Risultati superiori alle attese degli analisti che si aspettavano profitti per 69 centesimi su un giro d'affari di 683 milioni. A spingere i numeri di Moody’s sono stati i rating, i giudizi sul merito di credito assegnato alle aziende, che hanno fatto aumentare i risultati oltre le attese. Gli stessi rating finiti nell’occhio del ciclone nella crisi finanziaria.

Solo pochi giorni fa il presidente americano, Barack Obama, ha annunciato una causa contro Standard & Poor's, una delle tre agenzie di rating che dominano il mercato insieme a Moody’s e Fitch, chiedendo cinque miliardi di danni: il colosso del rating è accusato di aver sopravvalutato titoli immobiliari, scatenando la crisi. E che anche l’Unione Europea sta cercando di arginare con una nuova regolamentazione per evitare conflitti di interesse (le agenzie sono pagate dalle stesse società che devono giudicare).

Ma nonostante il fuoco incrociato il rating non ha sperimentato alcun declino. Anzi. La divisione che si occupa dell’assegnazione di rating di Moody’s ha messo a segno un aumento del 42% del fatturato, con un rialzo del 49% negli Stati Uniti e del 32% a livello internazionale. Il giro d'affari della divisione di finanza aziendale è aumentato del 73%, mentre quello dell'area finanza strutturata è cresciuto del 18%, soprattutto grazie alle attività negli Stati Uniti.

Il margine operativo è aumentato dal 30,3% al 34,5%, le spese operative sono cresciute del 25% a 494 milioni di dollari. Per il 2013 Moody's prevede condizioni generalmente favorevoli e profitti tra 3,45 e 3,55 dollari per azione, più dei 3,18 dollari previsti dagli analisti.
Trending