Liquid alternative, un prezioso alleato per i portafogli retail

Le liquid alternative, strategie alternative ad elevata liquidità e trasparenza, sono un valido aiuto per gli investitori retail.

Nell’attuale contesto di mercato che vede i tassi di interesse ai minimi storici (e, in molti casi, addirittura in negativo) e le quotazioni azionarie che non si possono considerare convenienti, è piuttosto normale che gli investitori stiano cercando opportunità anche al di fuori degli strumenti tradizionali, come le azioni e le obbligazioni.

In tale prospettiva, Goldman Sachs Asset Management (GSAM) ritiene che le strategie liquid alternative possano rappresentare un’opportunità interessante anche per il pubblico retail. Si tratta, è bene ricordarlo, dei prodotti del risparmio gestito che adottano strategie non tradizionali tipiche dei gestori di hedge fund rispetto ai quali garantiscono la massima trasparenza dei titoli in portafoglio e un livello elevato di liquidità: le loro strategie sottostanti si sono dimostrate spesso in grado di offrire performance relative interessanti in periodi difficili per le altre classi di attivi.

Situazioni, come quelle caratterizzate da tassi di interesse crescenti e mercati azionari calanti, che  sono state peraltro piuttosto frequenti negli ultimi 25 anni dal momento che si sono ripetute per quasi la metà delle volte (il 47% dei mesi, per l’esattezza). Durante le cinque maggiori fasi ribassiste del mercato azionario dal 1990 a oggi, gli investimenti alternativi hanno battuto i mercati tradizionali in media del 25%, perdendo in media il 6%, quando le azioni perdevano il 31%.

Secondo GSAM queste modeste correzioni registrate dagli investimenti alternativi offrono un’interessante esperienza di investimento per chi privilegia la gestione dei rischi legati alle perdite di mercato. Ma anche rispetto all’obbligazionario, le liquid alternative hanno dimostrato di essere competitive: durante i maggiori cinque periodi di tassi al rialzo dal 1990 (durante i quali i prezzi delle obbligazioni tendono a perdere valore), gli strumenti alternativi hanno registrato performance superiori del 15%, con un rendimento medio del 17%, a fronte di un rendimento medio dei principali titoli obbligazionari del 2%.

Ma c’è di più. Le strategie alternative possono aiutare gli investitori a ridurre il rischio di portafoglio, senza incidere significativamente sui rendimenti. Se si guarda ai risultati storici, si può constatare che un portafoglio bilanciato tradizionale, composto per il 50% da azioni e per il restante 50% in obbligazioni, ha una mediana di rendimenti annualizzati a 10 anni del 6,8%, con una volatilità del 7,6%. Sostituendo un 15% di esposizione azionaria con strumenti alternavi, il portafoglio avrebbe visto ridursi la volatilità di oltre il 20%, con un impatto limitato sui rendimenti.

“Pensiamo che questa peculiarità possa interessare numerosi investitori dal momento che ci aspettiamo che la volatilità delle azioni continuerà ad aumentare e i rendimenti a diminuire rispetto agli ultimi anni” fa sapere Loredana La Pace, Country Head in Italia di GSAM, secondo la quale le qualità che rendono gli strumenti liquid alternative interessanti anche per i risparmiatori italiano sono sostanzialmente tre.

In primis, consentono di ampliare e ottimizzare le diversificazione di portafoglio. In secondo luogo, permettono di ridurre il profilo di rischio dell’investimento e per questa loro caratteristica devono essere utilizzati in modo strutturale dai risparmiatori rivolgendosi al proprio consulente finanziario di fiducia.  “In terzo luogo, e questo è forse il punto di maggior rilievo, non si tratta di una moda temporanea lanciata dall’industria del risparmio gestito quanto piuttosto  di un trend che, dopo essersi diffuso ed affermato negli Stati Uniti negli ultimi 20 anni, è finalmente arrivano anche in Europa e in Italia” conclude Loredana La Pace.

** Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge. Una parte di contenuti e dati gentilmente concessi da Goldman Sachs AM

ARTICOLO AD USO ESCLUSIVO DEGLI INVESTITORI PROFESSIONISTI E QUALIFICATI.

Tutti gli investimenti comportano dei rischi, tra cui la possibile perdita del capitale. Le opinioni espresse sono quelle dell’autore/autori alla data di pubblicazione del documento e possono variare in qualsiasi momento a causa di cambiamenti del mercato o delle condizioni economiche. Tutte le informazioni concernenti, i rendimenti attesi e le prospettive di mercato si basano sui risultati della ricerca, delle analisi e delle opinioni dell’autore/autori. Pertanto, talune conclusioni sono anche di natura speculativa e potrebbero quindi non realizzarsi. I rendimenti passati non sono indicativi dei risultati futuri. Tutti gli investimenti comportano rischi, tra cui la possibile perdita del capitale.




FinanciaLounge
26 Ottobre 2016
Partner
Top