Perché le azioni del lusso non smettono mai di brillare

di Redazione

GAM analizza i fattori che hanno determinato anche nel 2019 il successo del settore del lusso, sempre più al centro dell’attenzione degli investitori, per scoprire che non sempre i titoli vincenti sono quelli dei prodotti vincenti

Anche nel 2019 il settore del lusso ha brillato, confermando l’impermeabilità ai fattori di incertezza, come le tensioni commerciali o i timori di rallentamento globale. Gli investitori specializzati in questo comparto azionario, particolarmente significativo in Italia, dedicano molto tempo ad analizzare e identificare i titoli vincenti del lusso globale, e scoprono anche che talvolta, ma ovviamente non sempre, le azioni che brillano non coincidono necessariamente con le case che hanno i prodotti vincenti sul mercato dei consumatori. Per questo GAM Investments, in un report a cura di Swetha Ramachandran, Investment manager delle azioni del settore del lusso della casa, ha riesaminato in prospettiva l’andamento dei marchi di lusso nel 2019 e delle generali tendenze che ne hanno determinato il successo.

IL VALORE CREATO DALLA COLLABORAZIONE E DALL’UNIONE DI MENTI CREATIVE

La prima scoperta del report è che alla base di alcuni successi c’è la ‘Cultura della collaborazione’ vale a dire l’unione di menti creative per intercettare la sete di novità dei consumatori più giovani. Secondo GAm Investments, Moncler è un esempio di società che ha posto questa cultura della collaborazione alle basi del successo. A febbraio 2018 ha lanciato il progetto Moncler Genius, nuovo business model creativo per cui noti stilisti creano collezioni distinte che interpretano l’identità del marchio e sono lanciate ogni mese. Le nuove collezioni presentate del progetto Genius si sono concentrate su segmenti alquanto diversi, dallo streetwear, all’alta moda, fino a una linea di abbigliamento per cani.

NUOVI MODELLI E SERIE TV

Il report di GAM fa il caso del rapper americano Travis Scott che a inizio 2019 ha collaborato con Nike reinterpretando l’iconica scarpa Air Jordan 1, con l’inconfondibile marchio Nike capovolto. Un’altra strategia, secondo l’esperta di GAM, consiste nello sfruttamento del successo delle serie tv. Ramachandran cita Diageo, che ha sfruttato l’enorme successo de Il Trono di Spade prima dell’ottava e ultima stagione, lanciando a marzo il White Walker by Johnnie Walker, un whisky in edizione limitata e la Single Malt Scotch Whisky Collection, con un grande successo commerciale. Il White Walker by Johnnie Walker, il cui nome si ispira agli iconici personaggi White Walker della serie, va servito appena tolto dal congelatore, perché la bottiglia congelata rivela la famosa frase “L’inverno è arrivato”.

ANCHE L’ESCLUSIVA È UN FATTORE DI SUCCESSO PERCHE’ NON HA PREZZO

In questo caso GAM fa l’esempio di Ferrari, che ha annunciato cinque nuovi modelli, accelerando significativamente il ritmo di innovazione rispetto al passato. A partire da settembre, ha inoltre cominciato a consegnare i primi modelli della serie speciale “Icona”, Monza SP1 e SP2. Ciascuna delle 499 vetture di questa serie che saranno prodotte è già stata prevenduta in occasione del lancio un anno fa.

L’ARRIVO DI UN NUOVO STILISTA PUÒ ACCENDERE L’ENTUSIASMO DEI FAN

Il report di GAM Investments osserva che ogni volta che un marchio cambia stilista, tra gli appassionati si diffonde un clima di agitazione, entusiasmo, delusione o sollievo per il percorso che il nuovo stilista potrebbe intraprendere. L’esempio più recente di stilista che ha portato il marchio a un successo travolgente è Alessandro Michele di Gucci, mentre uno dei primi candidati al ruolo di “ragazzo prodigio” di quest’anno, sembra essere il nuovo stilista di Bottega Veneta Daniel Lee, subentrato a Tomas Maier, che era stato al timone del marchio per 17 anni.

Al capolinea il lungo trend positivo? Non in Europa, Cina e Giappone

Al capolinea il lungo trend positivo? Non in Europa, Cina e Giappone

L’INNOVAZIONE PAGA MA ANCHE IL CAMBIAMENTO, DAL CLASSICO AL PUNK ROCK

Ramachandran scrive nel suo report che Cartier non è sfuggito alla ventata di innovazione abbandonando la convenzionale estetica ed eleganza e adottando uno spirito più “punk rock” con la “Collezione Clash de Cartier”, per “parlare” ai clienti millennial.

LA SOSTENIBILITÀ È PASSATA DA ESSERE SOLO UNA PAROLA DI MODA A UN MUST

GAM Investments chiude il suo report citando la sostenibilità tra i temi dominanti del 2019 tra i consumatori: una volta era semplicemente una parola di moda, nel 2019 ha cominciato a essere presa molto più seriamente, dato che i consumatori hanno orientato le spese verso prodotti e business model che meglio comprendono il nuovo spirito del tempo. GAM fa il caso di The RealReal, una piattaforma USA di rivendita di beni di lusso quotata quest’anno, che ha annunciato una collaborazione con Burberry per favorire un’economia circolare sostenibile nella moda. Su The RealReal i clienti che decidono di comprare un prodotto Burberry sono invitati a una sessione di shopping personale e a prendere un tè in uno dei negozi Burberry.




Financialounge.com
15 Gennaio 2020
Partner
Top