Il futuro è elettrico anche per i pickup. Parola di Tesla

di Chiara Merico

Elon Musk svela a Los Angeles il nuovo veicolo elettrico, con cui punta a entrare in un segmento di mercato molto importante negli Usa. Ford e GM preparano le contromosse

Si chiama Cybertruck ed è il primo pickup elettrico firmato Tesla: a presentarlo, giovedì 21 novembre a Los Angeles, è stato lo stesso Elon Musk. Il manager ha dichiarato che il veicolo avrà un prezzo di partenza di 39.900 dollari e la produzione dovrebbe iniziare a fine 2021. Ci saranno poi altre due versioni, del prezzo rispettivamente di 49.900 e 69.900 dollari: quest’ultima avrà un’autonomia di oltre 500 miglia.

ENERGIA PULITA E SOSTENIBILE

“Abbiamo bisogno di energia pulita e sostenibile”, ha fatto sapere Musk. “E se non abbiamo un modello di pickup elettrico, non possiamo farcela. Negli Usa i pickup sono ai primi tre posti nella classifica delle vendite. Per risolvere il problema dell’energia sostenibile, dobbiamo avere un pickup elettrico”.

INCIDENTE ALL’INAUGURAZIONE

Detto fatto: Cybertruck, che come lo stesso Musk ha assicurato “non si graffia e non si ammacca”, è stato progettato con i vetri blindati. Tuttavia, uno dei finestrini si è frantumato stile ragnatela quando gli è stata lanciata contro una palla di metallo. Musk è apparso stupito ma ha sottolineato come il vetro non si fosse completamente rotto.

LANCIO NEL SEGMENTO TRUCK E SUV

Il lancio di Cybertruck rappresenta il primo passo di Tesla – la cui Model 3 sedan è la macchina elettrica a batteria più venduta al mondo – nel mercato dei pickup, dominato dalla Ford F-150, insieme ad altri modelli di General Motors e Fca. Ora anche Tesla vuole spostare il suo focus maggiormente verso il segmento dei truck e dei suv, nel quale è già presente con il Model X SUV, mentre è previsto per il prossimo anno il lancio del Model Y compact SUV.

FORD LEADER

Nella fascia più alta del mercato dei pickup Usa il leader è Ford. Secondo Reuters, la domanda annuale del Ford Raptor F-150 è di oltre 19mila auto, e la casa produttrice non ha mai avuto bisogno di offrire incentivi per l’acquisto di questo modello, che costa oltre 60mila dollari. Sempre targato Ford è l’ancora più costoso F-150 Limited, il più costoso e lussuoso della gamma. Tesla si posiziona in un segmento diverso, nel quale Ford e GM possono contrastarla con nuovi modelli, come il Ford Mustang Mach E electric SUV e altri pickup elettrici.

REGOLE SULLE EMISSIONI

Lo sviluppo di suv e pickup elettrici potrà inoltre aiutare Ford e GM a incrementare le loro vendite di veicoli elettrici, in modo da poter soddisfare i severi standard sulle emissioni nocive introdotti di recente dalla California e da altri Stati.

Auto inquinanti, California contro FCA: “Sta con Trump”

Auto inquinanti, California contro FCA: “Sta con Trump”

SEGMENTO DI NICCHIA

Tuttavia, la domanda di pickup elettrici potrebbe non essere così consistente nel breve termine. Secondo IHS Markit, le vendite del segmento potrebbero ammontare a 75mila veicoli nel 2026, su un totale di oltre 3 milioni di veicoli venduti. Ma questa stima non tiene conto del lancio di Tesla.

FORD E GM SI ATTREZZANO

Da parte loro, i concorrenti si stanno attrezzando. Ford punta a mettere sul mercato una serie F elettrica a fine 2021. Il prossimo anno, la casa lancerà il Mach E nell’ambito del piano di investimenti da 11,2 miliardi di dollari al 2022 per elettrificare i suoi veicoli. Lo scorso aprile Ford aveva investito 500 milioni nella startup Rivian, che punta ad avviare la costruzione del suo pickup elettrico a partire dal 2020. Anche GM sta investendo 8 miliardi nell’elettrificazione; la casa sta progettando la costruzione di una famiglia di pickup e suv elettrici, categoria premium, con il primo veicolo che sarà in vendita dall’autunno 2021.

tesla.com


FinanciaLounge
22 Novembre 2019
Partner
Top