La giornata dei mercati

Borse europee sui massimi nel finale sostenute da Wall Street in rialzo

Sia in Europa che a Wall Street indici in rialzo su speranze di ammorbidimento della Fed sostenute da rendimenti in calo dei T-bond e le trimestrali che offrono supporto. Bene Milano nel giorno della fiducia

di Virgilio Chelli Aggiornato al 25/10/2022 17:20
financialounge -  borse la giornata dei mercati mercati
financialounge -  borse la giornata dei mercati mercati

25/10/2022 17:20


L’andamento positivo di Wall Street ha dato trazione alle Borse Europee che nel finale viaggiano tutte in territorio positivo sui massimi di seduta, con Parigi e Madrid in evidenza, seguite da Milano in buon rialzo e da Francoforte, inizialmente in negativo appesantita da un indice di fiducia sotto le attese. Milano in particolare, nella giornata della fiducia attesa stasera al nuovo governo di Giorgia Meloni, consolida sopra quota 22.000 punti del FTSE Mib con un rialzo intorno al punto percentuale.

Dopo una partenza esitante Wall Street ha preso velocità durante la seduta con i tre indici in positivo, soprattutto il Nasdaq, con gli investitori che continuano ad apprezzare buone trimestrali, mentre i rendimenti in calo dei Treasury offrono sostegno ai titoli growth. In evidenza oggi General Motors, dopo una trimestrale migliore delle attese e outlook positivo per il resto dell’anno. Anche UPS ha sorpreso al rialzo con i conti. Dopo la campanella di chiusura arrivano quelli di Microsoft e Alphabet, che nei prossimi giorni saranno seguiti da Apple, Meta e Amazon.

La giornata dei mercati azionari in Europa e in USA è stata supportata da rendimenti obbligazionari in calo, su speranze rinnovate degli investitori che alla fine l’impatto sulla crescita dei tassi di interesse in rialzo forzerà le banche centrali a rallentare il ritmo della stretta monetaria. Il rendimento del Treasury USA a 10 anni si è riavvicinato al 4% e il corrispondente gilt britannico ha limato il rendimento per il secondo giorno al 3.6% con il mercato che prezza più prevedibilità e stabilità da parte del nuovo premier Sunak, mentre un movimento simile ha interessato anche il BTP italiano e il Bund tedesco.

25/10/2022 11:50


L’indice DAX della Borsa di Francoforte non riesce a mantenere i guadagni iniziali dopo che l’indice Ifo ha mostrato una caduta della fiducia delle imprese indicando che l’economia tedesca può affrontare un inverno difficile. A farne le spese soprattutto i titoli dei materiali di base, immobiliare e energia, mentre i tecnologici avanzano sostenuti da SAP che balza in avanti dopo una trimestrale migliore delle attese Lo STOXX 600 riesce comunque a tenersi in positivo. UBS mette a segno una trimestrale migliore delle attese mentre HSBC cede dopo un sensibile calo dall’utile.

Milano cerca di restare aggrappata ai 22.000 punti mentre la premier Meloni illustra il suo programma di governo alla Camera che in giornata voterà la fiducia. Il recente rimbalzo ha comunque riportato il FTSE Mib a livelli che non si vedevano da oltre un mese con il sentiment degli investitori che continua a migliorare su attese di una Fed in prospettiva più morbida e dopo la stabilizzazione della situazione politica in Gran Bretagna, mentre gli investitori digeriscono le trimestrali. UniCredit in evidenza con i trader che si posizionano in vista della trimestrale in uscita domain. Intanto i ministri dell’Energia della UE continuano a discutere il price cap a Bruxelles. Spread stabile durante il discorso della Meloni alla Camera.

A Wall Street i futures viaggiano appena sotto la parità con gli investitori in cauta attesa delle trimestrali dei big tech. Ieri nel dopo mercato Amazon ha ceduto qualcosa su notizie di blocco delle assunzioni mentre Cadence Design Systems è salita su una buona trimestrale. Anche sulla Borsa americana influiscono positivamente le attese di una Fed più morbida mentre il mercato è comunque concentrato sulle trimestrali in arrive di Apple, Microsoft, Alphabet, Amazon e Meta.
Trending