La giornata sui mercati

Borse caute, focus sulle mosse della Fed

L'attenzione dei mercati è concentrata su un possibile rialzo di 100 punti base da parte della banca centrale americana dopo il dato sull'inflazione. In Europa discussioni incentrate sul price cap per il gas russo

di Antonio Cardarelli 15 Settembre 2022 09:15
financialounge -  Borse europee mercati Piazza Affari
financialounge -  Borse europee mercati Piazza Affari

Partenza nel segno della cautela per i listini europei. Piazza Affari apre in rialzo dello 0,3% con Bpm e Unicredit in evidenza. In verde anche le altre Borse europee, bene soprattutto Londra che apre a +0,6%. Spread stabile a 229 punti.

POSSIBILE RIALZO DA 100 PUNTI PER LA FED


La possibilità che la Federal Reserve proceda con un rialzo di 100 punti base aumenta. Dopo il dato sull'inflazione americana di agosto oltre le attese, i mercati cominciano a scontare un aumento dei tassi ancora più repentino. Nella seduta di ieri Wall Street ha chiuso in lieve rialzo dopo il crollo di martedì. Anche il presidente Joe Biden ha detto la sua sull'economia: "Il mercato azionario non riflette necessariamente lo stato dell'economia. La disoccupazione e' bassa, i posti di lavoro aumentano, il manifatturiero va bene. Quindi penso che andra' tutto bene".

UE VERSO IL PRICE CAP PER IL GAS


In Europa occhi puntati sull'avanzata dell'esercito ucraino e sulle difficoltà dei russi, che proseguono la ritirata. Zelensky, coinvolto in un incidente d'auto senza conseguenze, fa sapere che Moca sta lasciando solo macerie nei villaggi liberati. Nel frattempo proseguono le discussioni all'interno dell'Unione europea per varare un tetto al prezzo del gas russo. Ursula von der Leyen, che ha ribadito il sostegno dell'Ue all'Ucraina, ha dedicato gran parte del suo ultimo intervento alla necessità di riformare il mercato dell'energia.

BORSE ASIATICHE MISTE


Sulle Borse asiatiche Tokyo chiude in rialzo (+0,21%) sulla scia di Wall Street, ma continua a prevalere la cautela, specie di fronte alla prospettiva di una ulteriore stretta monetaria negli Stati Uniti. In Cina Shanghai perde oltre un punto percentuale, quando manca poco alla chiusura, nonostante l'allentamento delle misure anti-Covid in alcune grandi città. L'Hang Seng di Hong Kong viaggia poco sopra la parità.

GAS A QUOTA 225 EURO


Sul fronte dell'energia, poco mosso il petrolio. I future novembre sul Brent segnano -0,3% a 93,8 dollari al barile, mentre il Wti consegna ottobre è a 88,55 dollari (+0,05%). In rialzo del 3,3% a 225 euro per megawattora il gas naturale sulla piattaforma Ttf di Amsterdam. Sul valutario, l'euro ritraccia ancora contro il dollaro a 0,9961 da 0,9980 ieri in chiusura.
Trending