Politica e mercati

Boris Johnson si dimette, sterlina in rialzo

Johnson ha annunciato le dimissioni da leader del Partito Conservatore con l'intenzione di restare in carica come premier fino al prossimo autunno. Sterlina e Borsa di Londra si muovono al rialzo

di Anna Patti 7 Luglio 2022 11:51
financialounge -  Boris Johnson dimissioni sterlina
financialounge -  Boris Johnson dimissioni sterlina

"Sono costretto a lasciare il lavoro più bello del mondo, dopo aver ottenuto la più grande maggioranza parlamentare dal 1987. Mi spiace e sono triste. Ma nessuno è indispensabile, e questa è la volontà di Westminster. Questo mi ha frenato". Dopo le voci arriva la conferma direttamente da Boris Johnson, che si dimette da leader del Partito Conservatore. L'annuncio è stato dato intorno alle 13,30 italiane dallo stesso Johnson davanti alla porta del numero 10 di Downing Street. L'intenzione di BoJ è di rimanere in carica com premier fino a quando non verrà scelto un nuovo leader del partito.

IL PREMIER BRITANNICO ABBANDONATO DAL SUO PARTITO


Negli ultimi giorni il Premier britannico è stato messo sotto accusa dai Conservatori che a gran voce chiedono le dimissioni. I membri del partito si sono dimessi in massa ma il colpo di grazia è stato dato dalle dimissioni del neo Scacchiere britannico Nadhim Zahawi che era stato nominato solo due giorni fa. Martedì pomeriggio si erano dimessi anche la Ministra del Tesoro e il Ministro della Salute. L’autorità del Premier era già stata compromessa un mese fa quando aveva superato a fatica un voto di sfiducia. In quell'occasione solo il 58% dei parlamentari Tories avevano votato a favore del premier, travolto dagli scandali sulle feste a Downing Street mentre il Paese seguiva un duro lockdown per il Covid.

LA REAZIONE DEI MERCATI


All’annuncio delle possibili dimissioni di Boris Johnson è seguito un balzo della sterlina salita attorno ai 1,199 nel cambio con il dollaro. Dopo la conferma la moneta britannica è rimasta in area 1,197. La sterlina fino a ora aveva limitato i movimenti sulle notizie politiche reagendo principalmente alle preoccupazioni legate alla recessione globale. A Londra il Ftse 100 è in rialzo dell'1,2%.
Trending