Contatti

Guerra in Ucraina

Finlandia nella Nato entro la fine di maggio, arriva l'ok dal governo: ''Nessun indugio''

La premier Sanna Marin e il presidente Sauli Niistro non hanno dubbi sulla necessità di entrare nell'Alleanza atlantica: "L'adesione rafforzerebbe la sicurezza della Finlandia"

di Antonio Cardarelli 12 Maggio 2022 10:42
financialounge -  finlandia NATO Russia Ucraina
financialounge -  finlandia NATO Russia Ucraina

Se l'obiettivo della guerra di Vladimir Putin era quello di mettere in sicurezza i confini russi dalla presunta minaccia della Nato, i calcoli dello zar si stanno dimostrando clamorosamente sbagliati. La Finlandia, infatti, è ormai a un passo dall'ingresso proprio nell'Alleanza Atlantica. Per Putin significherà avere 1.340 chilometri di confine con la Nato.

"RICHIESTA DA PRESENTARE SENZA INDUGI"


L'ingresso di Helsinki nell'Alleanza potrebbe arrivare presto. "La Finlandia deve presentare domanda per l'adesione alla Nato senza indugio e ci auguriamo che i passi a livello nazionale ancora necessari per prendere questa decisione vengano presi rapidamente entro i prossimi giorni", hanno detto Marin e Niistro in una nota. Dunque, il Paese scandinavo è ormai certo di presentare la domanda di adesione, e probabilmente verrà seguito a ruota dalla Svezia.

76% DEI FINLANDESI FAVOREVOLE A ENTRARE NELLA NATO


"L'adesione alla Nato rafforzerebbe la sicurezza della Finlandia. In quanto membro della Nato, la Finlandia rafforzerebbe l'intera alleanza di difesa", si legge ancora nella nota. I sondaggi condotti tra i cittadini vedono ormai l'opinione pubblica finlandese decisamente a favore dell'adesione alla Nato. A febbraio i favorevoli erano il 53%, ora la quota ha toccato il 76%. Nel 2017, invece, i favorevoli erano appena il 20%. L'invasione dell'Ucraina ha cambiato completamente le carte in tavola, mettendo in dubbio la storica dottrina della neutralità che ha permeato la Finlandia dai tempi dell'Unione Sovietica. Oggi la Russia di Putin è percepita come una minaccia per la sicurezza nazionale.

PRESTO ANCHE LA DOMANDA DELLA SVEZIA


La strada della Finlandia verrà probabilmente seguita dalla Svezia, per gli stessi identici motivi. Entro pochi giorni le domande di adesione verranno formalizzate, e secondo le indiscrezioni l'ok all'ingresso dei due Paesi potrebbe arrivare già entro domenica. La Nato, quindi, non ha intenzione di aspettare il summit di Madrid in programma a giugno. Successivamente il protocollo andrà ratificato dai parlamenti dei 30 Stati membri. Solo al termine di questo passaggio, che potrebbe durare dai 6 ai 12 mesi, Svezia e Finlandia avranno la copertura militare garantita dalla Nato. Resta da vedere quale sarà la reazione di Putin e della Russia.
Trending