La View

La divergenza ESG tra istituti offrirà per BlueBay opportunità del settore bancario

I fattori ESG sono sempre più influenti nella regolamentazione bancaria. Secondo BlueBay, l’evoluzione del mercato e le richieste normative creeranno un settore molto differenziato, con significative opportunità d’investimento

di Virgilio Chelli 11 Maggio 2022 15:50
financialounge -  BluBay ESG settore bancario
financialounge -  BluBay ESG settore bancario

Con il cambiamento di atteggiamento sulle considerazioni ESG a livello globale a cui ha contribuito la crescente influenza mainstream, l’impatto dei criteri di sostenibilità sulla regolamentazione bancaria è in aumento. “In qualità di investitori attivi del settore, stiamo assistendo a fattori ESG che creano opportunità di investimenti con un potenziale per la generazione di alfa” fanno sapere gli esperti di BlueBay.

MOLTEPLICI FATTORI IN GIOCO


Ci sono molteplici fattori in gioco nella crescita delle considerazioni ESG. La maggiore consapevolezza dei rischi della crisi climatica, la necessità di finanziamenti e gli sforzi di decarbonizzazione rappresentano il pilastro di questa tendenza. Allo stesso modo il rischio reputazionale, che costituisce le conseguenze negative che le banche devono affrontare se le loro decisioni non rispetteranno i propri impegni ESG.

I PRINCIPALI CANALI DI CREDITO VERSO L’ECONOMIA


Ma forse, l’aspetto più importante è che le banche sono i principali canali di credito verso l’economia e una leva chiave che i responsabili politici possono utilizzare per influenzare le politiche di sostenibilità. “Proprio per questo le considerazioni ESG hanno sempre avuto un impatto sulla regolamentazione bancaria, e perché i fattori ESG sono oggi un indicatore chiave di buone pratiche bancarie” specificano i gestori di BlueBay.

SOTTO PRESSIONE


Le istituzioni finanziarie hanno già registrato importanti progressi in risposta alla pressione del mercato, con la maggior parte delle banche che sviluppa strategie ESG e con quasi tutti i principali istituti di credito che hanno annunciato l’impegno a raggiungere lo zero netto entro il 2050. “Man mano che tutta questa pressione sulla sostenibilità cresce, dovrebbe svilupparsi un sistema di sgravio di capitale per le attività ‘verdi’ e di addebiti per quelle ‘marroni’, con le banche impegnate a rispettare i loro piani di sostenibilità o condannate ad affrontare conseguenze normative penalizzanti” riferiscono i professionisti di BlueBay.

OPPORTUNITA’ DI PROFITTO SIGNIFICATIVA


Sebbene alcune critiche riguardanti il mancato impegno delle banche nei confronti delle politiche ESG possano essere in parte giustificate, nella stragrande maggioranza dei casi si nota una chiara predisposizione del management creditizio ad essere in prima linea nello sviluppo e nell'implementazione di solide strategie ESG. “Non solo gli investitori lo esigono, ma è un'opportunità di profitto significativa per il settore che non può essere ignorata” sottolineano gli esperti di BlueBay.

SI STA PLASMANDO UN SETTORE MOLTO DIFFERENZIATO


Il mercato in evoluzione e le richieste normative stanno plasmando un settore molto differenziato che, a cascata, dovrebbe generare significative opportunità di investimento. Un semplice approccio per sfruttare queste potenziali opportunità sarebbe quello di evitare le banche esposte ad alcuni settori “non ESG”. “Riteniamo che le pratiche che avranno un impatto molto maggiore saranno quelle in cui l’istituto di credito si impegna pienamente ad aiutare i suoi clienti alla migrazione verso la sostenibilità” spiegano i gestori di BlueBay, convinti che le banche di successo saranno quelle capaci di sviluppare strategie ESG ponderate e che si attengano a questi piani.

L’ANALISI ESG COME VALORE AGGIUNTO


“Anche se prevediamo che il settore nel suo insieme beneficerà ampiamente di questo sensibile aumento generalizzato di interesse verso la sostenibilità, abbiamo a lungo considerato l'analisi ESG come un valore aggiunto nel nostro approccio di gestione attiva e per le nostre capacità per generare alfa. Alla luce dei cambiamenti del management che abbiamo osservato sia internamente che esternamente, siamo fiduciosi che le banche continueranno a pagare dividendi e a creare opportunità investibili”, concludono i professionisti di BlueBay.
Trending