Contatti

Come muoversi sui mercati

Goldman Sachs Asset Management: scenario ancora favorevole per le azioni

Nonostante il difficile compito delle banche centrali, i fattori positivi sembrano ancora prevalere sui mercati: ecco il punto degli esperti di Goldman Sachs Asset Management

di Antonio Cardarelli 22 Febbraio 2022 07:50
financialounge -  azioni Davide Andaloro Goldman Sachs Asset Management Morning News Simona Gambarini
financialounge -  azioni Davide Andaloro Goldman Sachs Asset Management Morning News Simona Gambarini

Lo scenario economico "goldilocks", cioè con una crescita e un'inflazione sotto controllo, rimane l'obiettivo delle banche centrali, che in questa fase devono destreggiarsi tra interventi restrittivi e rischio di bloccare la ripresa. Sul piatto ci sono diversi elementi, ribassisti e rialzisti, dal cui equilibrio dipenderà l'andamento dei mercati. A fare il punto sui mercati sono, per Goldman Sachs Asset Management, Davide Andaloro, CFA Executive Director Senior Market e Portfolio Strategist
e Simona Gambarini Executive Director Senior Market Strategist.

FATTORI RIALZISTI E RIBASSISTI


Tra i fattori ribassisti citati dagli esperti troviamo l'inasprimento della politica monetaria, l'inflazione elevata e l'incertezza legata alla pandemia, oltre ovviamente alle recenti tensioni geopolitiche in Ucraina, che tuttavia finora hanno avuto impatti limitati ai mercati dei paesi direttamente coinvolti nella disputa. I fattori rialzisti, invece, sono rappresentati dalla crescita economica positiva, dai bilanci solidi nel settore privato e dagli impegni a favore della transizione climatica.

QUADRO FAVOREVOLE ALLE AZIONI


Secondo i due esperti, in virtù del bilanciamento di questi fattori, il quadro sui mercati rimane ancora favorevole agli asset maggiormente esposti al rischio, ovvero azioni e asset reali. In particolare, per quanto riguarda il mercato azionario, i due esperti sottolineano come le valutazioni elevate siano un fattore sfavorevole, ma annoverano la ripresa degli utili tra quelli favorevoli. In particolare, sia sul breve che sul lungo termine, la preferenza di Goldman Sachs Asset Management va ai mercati azionari europeo e americano e alle aziende capaci di trasferire l'aumento dei costi sul prezzo finale dei prodotti.

OBBLIGAZIONI E ASSET REALI


Nelle obbligazioni, invece, sul lungo termine risultano attraenti i bond municipali mentre sul breve la preferenza va ai prestiti bancari Usa. Per quanto riguarda gli asset reali, secondo i due esperti di Goldman Sachs Asset Management petrolio, rame e real estate globale potrebbero far bene soprattutto nel breve periodo. Sul petrolio, fanno notare Andaloro e Gambarini, i prezzi sono ancora troppo bassi affinché la tensione sul mercato possa risolversi e nei prossimi due anni il mercato dovrà ricostituire scorte per oltre 300 milioni di barili per tornare a un adeguato livello di riserve.
Trending