La giornata sui mercati

Tim vola (+25%) dopo l'offerta di Kkr

Boom a Piazza Affari per il titolo Tim in seguito all'Opa amichevole lanciata dal fondo americano Kkr. La trattativa coinvolge anche il governo, intanto Vivendi prende tempo

di Antonio Cardarelli 22 Novembre 2021 09:18
financialounge -  Kkr mercati Piazza Affari tim
financialounge -  Kkr mercati Piazza Affari tim

Il mercato accoglie in modo estremamente positivo l'offerta amichevole di Kkr per Tim. Nei primissimi minuti il titolo del colosso delle telecomunicazioni non fa prezzo, ma il rialzo teorico è di circa il 30% (+15% nel premarket). Poco dopo il titolo è entrato in contrattazione con un rialzo del 25% a 0,43 euro per azione. Apertura positiva per le altre Borse europee.

OFFERTA AMICHEVOLE


Il fondo americano Kohlberg Kravis Roberts (Kkr), che gestisce 380 miliardi di euro ed è già azionista del 37,5% di FiberCop, ha presentato un'offerta pubblica di acquisto "non vincolante" per Tim finalizzata al delisting. Il prezzo fissato da Kkr è di 0,505 euro per azione, sensibilmente superiore (46%) a quello di chiusura del titolo di venerdì scorso (0,35 euro) per un'offerta complessiva di 10,8 miliardi di euro valida per il 100% del capitale.

LA POSIZIONE DEL GOVERNO SU TIM


Nel pomeriggio di ieri il cda di Tim si è riunito in via straordinaria per una prima valutazione dell'offerta, che tuttavia prevede una due diligence (approfondimento) di quattro settimane da parte della stessa Kkr. Trattandosi di un asset strategico, non è escluso che il governo italiano possa esercitare la Golden Power per bloccare o rifiutare l'offerta. Per il momento il governo, che tramite Cassa Depositi e Prestiti possiede il 9,8% di Tim, si è limitato a prendere atto dell'interesse del fondo americano sottolineando l'importanza di preservare i livelli occupazionali e lo sviluppo della banda ultralarga.

VIVENDI CONTRO GUBITOSI


Vivendi, primo azionista di Tim con il 24% del capitale, ha smentito di aver avuto colloqui con Kkr o altri fondi di investimento (ce ne sarebbero altri interessati a Tim, tra cui Nomura, Cvc e Advent) confermando di essere "un investitore a lungo termine" in Telecom anche se, al momento, i rapporti tra Vivendi e l'ad Luigi Gubitosi sono piuttosto tesi. Per questo motivo l'offerta di Kkr è stata letta da molti osservatori come favorevole all'ad in difficoltà.

OGGI STACCO CEDOLE A PIAZZA AFFARI


Sui mercati globali continuano a pesare le minacce Covid e inflazione in rialzo. A Piazza Affari, inoltre, oggi è il giorno dello stacco cedole per nove big (Banca Generali, Banca Mediolanum, Finecobank, Intesa Sanpaolo, Mediobanca, Poste Italiane, Recordati, Tenaris e Terna) che andrà inevitabilmente a pesare sul listino. Borse asiatiche miste, con Tokyo che chiude a +0,09% e Shanghai a +0,6%. In rosso l'indice Hang Seng, che dal 6 dicembre perderà il titolo Evergrande, sostituito da Jd e Netease. Futures Usa positivi nella settimana del Thanksgiving, con i mercati chiusi giovedì e venerdì.

MATERIE PRIME


Per quanto riguarda le materie prime petrolio sui minimi da quasi due mesi a causa dell'aumento dei contagi e dell'aumento della produzione: Wti a76 dollari al barile e Brent poco sotto i 79 dollari. L'oro perde lo 0,3% a quota 1.844 dollari l'oncia. Bitcoin ancora in calo (-3%) a 57mila dollari.
Trending