I risultati

Poste batte le attese e conferma il dividendo

Nel terzo trimestre il gruppo Poste Italiane ha registrato ricavi in aumento del 7% e risultato operativo in crescita del 18%. Rivisti al rialzo gli obiettivi di redditività per il 2021, in arrivo il pagamento dell'acconto con un aumento del 14%

di Antonio Cardarelli 11 Novembre 2021 11:27
financialounge -  Borsa Italiana Matteo Del Fante Poste Italiane Trimestrale
financialounge -  Borsa Italiana Matteo Del Fante Poste Italiane Trimestrale

Terzo trimestre positivo per Poste Italiane con risultati che superano le attese degli analisti. I ricavi sono saliti del 7% a 2,8 miliardi di euro (+12% da gennaio) mentre il risultato operativo è in crescita del 18% a 566 milioni di euro. In aumento anche l'utile netto, con un +14% a 401 milioni di euro nel terzo trimestre e +31% a 1,2 miliardi nei primi nove mesi dell'anno. Nel comunicare questi numeri agli investitori, il gruppo Poste Italiane ha anche confermato il pagamento di un acconto sul dividendo relativo ai risultati 2021 pari a 0,185 euro (+14%) che verrà staccato il 22 novembre.

OBIETTIVI RIVISTI AL RIALZO


Inoltre, Poste Italiane ha rivisto al rialzo gli obiettivi di redditività del 2021, con un risultato operativo prima delle tasse (Ebit) atteso a 1,8 miliardi di euro e utile a 1,3 miliardi, grazie soprattutto all'implementazione del Piano '24SI'. Posando lo sguardo sui singoli settori, pacchi e corrispondenza continuano a crescere insieme a pagamenti e mobile. Bene anche i servizi finanziari, supportati da solide performance della rete di distribuzione, con le attività finanziarie a quota 582 miliardi, sopra gli obiettivi del 2021. Tra le novità annunciate da Poste Italiane c'è l'ingresso nel mercato dell'energia, previsto nel corso del 2022. Nella seduta odierna il titolo segna una perdita di circa il 2% a metà mattinata.

BILANCIAMENTO DEI COSTI E NUOVI BUSINESS


"Abbiamo conseguito solidi risultati, nel contesto di un continuo miglioramento dell'economia italiana, con tutte le nostre attività che hanno ripreso ancor più slancio nella crescita rispetto alla fase precedente la pandemia, a dimostrazione della validità del nostro modello di business diversificato. In questo scenario, restiamo concentrati sul bilanciamento tra l'efficienza dei costi e gli investimenti finalizzati a cogliere opportunità di crescita", ha spiegato Matteo Del Fante, amministratore delegato di Poste Italiane, commentando i risultati del terzo trimestre. Del Fante si è soffermato sulla crescita dei depositi e sull'ottima accoglienza, da parte dei clienti, dell'offerta di acquisto dei crediti di imposta. Nei servizi assicurativi Poste conferma "gli obiettivi ambiziosi per il 2021, con il 66% dei premi lordi del comparto Vita rinvenienti dalla nostra offerta multiramo", ha proseguito l'ad.

PROGRESSI NELL'ESG


Lo stesso Del Fante ha poi elencato gli altri risultati arrivati nei mesi scorsi: "Abbiamo concordato con il Governo un nuovo servizio universale, confermato la partnership di lungo termine nell'e-commerce con Amazon, rafforzato la relazione con la nostra forza lavoro con un nuovo contratto collettivo, continuato il nostro impegno nella distribuzione del risparmio postale, abbiamo, inoltre, colto nuove opportunità di business tra cui l'acquisto di crediti d'imposta e stiamo svolgendo un ruolo chiave all'interno di Polis come parte del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) italiano". Ringraziando il personale "per lo straordinario lavoro svolto", Del Fante si è poi soffermato sui risultati raggiunti in ambito Esg, con "sforzi ripagati" dal primo posto nell'Esg Overall Score di Vigeo-Eiris, oltre all'inclusione nel primo indice Esg di Borsa Italiana.
Trending