La giornata sui mercati

Le Borse europee in calo dopo le trimestrali deludenti di Amazon e Apple a Wall Street

Avvio sotto la parità per i listini del Vecchio Continente, con gli investitori che continuano a seguire i risultati delle trimestrali, con particolare attenzione al comparto tech. Poco mosso il prezzo del petrolio

di Fabrizio Arnhold 29 Ottobre 2021 09:29
financialounge -  Amazon Apple borse mercati trimestrali
financialounge -  Amazon Apple borse mercati trimestrali

Le Borse europee aprono la giornata di contrattazioni sotto la parità, dopo le trimestrali deludenti di Apple e Amazon. A Milano il Ftse Mib segna -0,36%, il Dax di Francoforte -0,38%, il Cac 40 di Parigi -0,22%, l’Ibex 35 di Madrid -0,42% e il Ftse 100 di Londra -0,43%. La Borsa di Tokyo archivia la settimana in rialzo, con l’indice Nikkei a +0,25%.

DELUDONO I BIG TECH USA


Riflettori puntati sul comparto tecnologico, dopo i conti di Amazon e Apple che hanno deluso le attese degli analisti. Entrambi i titoli hanno chiuso in forte calo al seduta di ieri a Wall Street: oggi cercheranno di recuperare terreno. Rallenta anche il Pil americano, +2% nel terzo trimestre, il valore più basso dall’inizio della crescita.

ATTESA PER I DATI EUROPEI


Oggi gli investitori attendono i dati relativi ai all'Europa. Il Pil francese è salito del 3% nel terzo trimestre, appena sotto i livelli pre-Covid. In giornata verranno diffusi anche i numeri relativi al dato italiano, tedesco e spagnolo. A Piazza Affari focus sempre sulle trimestrali con Eni (+0,48%)che ha riportato un utile di 1,2 miliardi, dopo il rosso di 503 milioni dell'anno scorso. Scatta Exor (+3,50%) che ieri ha siglato con Covea un memorandum d'intesa per la cessione al gruppo francese di PartnerRe per 9 miliardi di dollari.

PETROLIO POCO MOSSO


Non segna grandi movimenti il prezzo del greggio, con il Wti scadenza dicembre e il Brent di pari scadenza rispettivamente a 82,76 dollari e 84,36 dollari al barile. Sul fronte valutario si rafforza l’euro, con il cambio con il dollaro a 1,166 contro 1,1593 di ieri. Lo spread apre in rialzo e supera i 121 punti base.
Trending