Apre a Milano il primo negozio italiano del brand streetwear Supreme

Marchio newyorkese
di Matia Venini 4 Maggio 2021 - 9:42

Il marchio fondato nel 1994 da James Jebbia celebra l’evento con una maglietta esclusiva dedicata all’Ultima Cena di Leonardo

Appassionati di moda streetwear, l’attesa è finalmente finita: Supreme arriva in Italia. Il famoso brand fondato nel 1994 a New York dall’imprenditore e stilista James Jebbia ha annunciato l’apertura del suo 13esimo store globale a Milano, precisamente in Corso Garibaldi 20, dove è stato allestito un negozio con ben sette vetrine. L’inaugurazione è in programma giovedì 6 maggio.

L’APERTURA A MILANO

L’apertura del primo negozio in Italia era in programma da tempo. Già nel 2019, sui capi della collezione Metallic Jackquard, era comparso il nome di Milano insieme a quelli delle altre città dove sono presenti i negozi del brand. Probabilmente l’inaugurazione era stata programmata per il 2020, ma poi lo scoppio della pandemia ha frenato tutto. Ora la notizia è ufficiale, confermata anche dall’account Instagram del marchio, dove sono stati condivisi dei video girati proprio a Milano con protagonisti alcuni skater.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Supreme (@supremenewyork)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Supreme (@supremenewyork)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Supreme (@supremenewyork)

LA BOX LOGO A TEMA MILANO

Come gli appassionati del brand sapranno, per ogni apertura di un nuovo store, Supreme è solita rilasciare un’esclusiva Box Logo a tema, contenente una maglietta in edizione limitata. Questa strategia nel corso degli anni ha contribuito a rafforzare lo status symbol del brand. In occasione dell’inaugurazione di Milano, per il suo pezzo esclusivo il marchio ha deciso di rendere omaggio a una delle opere d’arte più rappresentative della città: l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci.

LA STORIA DEL MARCHIO

Il primo negozio Supreme risale al 1994, anno di fondazione del marchio. Aperto a New York, divenne rapidamente un punto di riferimento per gli skater della città e per gli amanti della cultura hip-hop, tanto che nel 1995 la rivista Vogue definì il brand come lo “Chanel dello streetwear”. Il logo rosso con la scritta bianca è ispirato alle opere di Barbara Kruger, artista statunitense famosa per le sue posizioni anti-consumiste. Nel 2020 il brand è stato acquisito dal gruppo americano VF Corporation, che comprende già, tra gli altri, Vans, Timberland e North Face.

Financialounge - Telegram