Pitti Uomo celebra i 100 anni con le sfilate dal vivo

Un secolo di Moda
di Gaia Terzulli 19 Aprile 2021 - 16:24

Allo studio il protocollo per garantire lo svolgimento dell’evento in sicurezza. L’ad: “Contiamo su passaporto vaccinale e tracciabilità”

Un secolo di storia merita di essere celebrato dal vivo. L’ha deciso Pitti Uomo, azienda fiorentina di moda e design tra le più rinomate in Italia, che le sue “prime” 100 primavere ha deciso di festeggiarle con sfilate in carne e ossa, sempre in totale sicurezza.

ALLO STUDIO LA PROCEDURA PER L’EVENTO LIVE

È allo studio un piano disciplinare per tutti gli operatori della fiera che, secondo le attuali indicazioni, contemplerebbe passaporto vaccinale, tamponi, mascherine, sanificazione degli ambienti e distanziamento sociale. L’obiettivo è quello di rendere godibile e sicura una sfilata unica nella storia dell’azienda, che comporterà ingenti investimenti in organizzazione, espositori, buyers e stampa.

DAL 1° LUGLIO RIPARTONO LE FIERE IN PRESENZA

L’ha confermato all’ANSA Raffaello Napoleone, ad di Pitti Immagine, che ha salutato “con gratitudine e determinazione” la notizia della riapertura delle fiere in presenza dal 1° luglio. In base al recente provvedimento del Governo, verranno dunque adottate le misure necessarie per consentire lo svolgimento dell’evento nel rispetto delle regole.

LE MISURE AL VAGLIO

Ipotizzate garanzie di tamponi rapidi 48 ore prima di arrivare, la possibilità di sanificare con regolarità la Fortezza da Basso – dove avrà luogo l’evento – il distanziamento e le mascherine sanitarie. “Contiamo molto sul passaporto vaccinale, dovrebbe entrare in vigore i primi di giugno”, ha detto Napoleone. “Poi c’è il tema della tracciabilità: se ci pensiamo bene le fiere sono gli eventi migliori sotto questo profilo, perché si entra con una registrazione, nome, cognome, negozio di appartenenza”.

IL COORDINAMENTO TRA LE FIERE

Così, Pitti sta lavorando insieme alla Camera della Moda di Milano e alla Chambre di Parigi per stilare un calendario condiviso delle fiere e, allo stesso tempo, pianifica come far arrivare a Firenze stampa e buyers internazionali. “Siamo sempre ben coordinati per poter avere un pubblico che va a vedere più saloni in Europa”, ha aggiunto Napoleone.

PITTI CONNECT, L’EVENTO DIGITALE INAUGURALE

Il 15 giugno partirà anche Pitti Connect, fiera digitale che anticipa quella reale per festeggiare la centesima edizione della sfilata. L’evento fisico, quello più atteso, durerà tre giorni. “Non ci aspettiamo i numeri del passato”, ha detto l’ad, ricordando che in Italia “hanno chiuso circa 20.000 punti vendita. È troppo presto per fare una previsione sul numero degli espositori”.

Financialounge - Telegram