Astm si allinea al valore dell’Opa, boom a Piazza Affari del titolo a +27%

Nuovo riassetto
di Fabrizio Arnhold 22 Febbraio 2021 - 12:04

Si va verso il delisting dopo l’ingresso di Ardian. Si tratta di un ulteriore passo verso la riorganizzazione della società del secondo operatore autostradale italiano

Allineamento perfetto. Astm vola in Borsa con un rialzo del 27,24%, a 25,6 euro, al prezzo dell’Opa lanciata da Nuova Aurelia Finanziaria (holding Gavio-Ardian) proprio a 25,6 euro sul 47,6% della società, con l’obiettivo di delistarla da Piazza Affari.

IL SECONDO OPERATORE AUTOSTRADALE ITALIANO

Si tratta di un altro passo avanti, da parte del secondo operatore autostradale italiano, che gestisce 4.594 chilometri di rete nel mondo – tra Italia, Brasile e Regno Unito -, nell’ambito di una progressiva riorganizzazione della società controllata dalla famiglia Gavio.

LA JOINT VENTURE CON ARDIAN

Due anni e mezzo fa era stata siglata la joint venture con il fondo infrastrutturale Ardian, che era entrato con il 40% nella holding Nuova Aurelia Finanziaria, controllata dal 60% da Gavio. Nell’estate del 2019 è avvenuta la fusione tra Astm e la controllata Sias con un’Opa su quest’ultima: con questa operazione Astm era arrivata a toccare anche 31,5 euro.

L’OPA NEL WEEK END

In uno scenario di mercato rivitalizzato dal nuovo governo Draghi, arriva l’Opa annunciata nel week end. Il titolo alla chiusura di venerdì quotava circa 20 euro, con l’Offerta di Gavio-Ardian il titolo torna ai libelli pre lockdown, dopo mesi in cui le continue restrizioni alla mobilità hanno fortemente penalizzato il business non solo di Astm ma anche quello delle principali concessionario globali.

IL NODO ASPI

Per il settore autostradale il momento è delicato, in attesa di una graduale ripresa anche della mobilità. In Italia presto potrebbe sciogliersi il nodo Aspi – con la possibile vendita dell’88% di Atlantia alla cordata Cdp-fondi – che, secondo il parere di qualche analista, potrebbe aver fatto considerare alla famiglia Gavio e Ardian la possibilità di ritirarsi del mercato, in attesa di tempi migliori, realizzando un guadagno.

OBIETTIVO DIVERSIFICAZIONE

Il riassetto, nel caso l’Opa andasse in porto, permetterà alla famiglia piemontese di scendere ancora nella holding, dal 60% attuale al 50,5%, con Ardian che arriverà al 49,5% dal 40% di oggi, mantenendo però il controllo su Nuova Aurelia Finanziaria. L’obiettivo è proseguire nella diversificazione degli investimenti del portafoglio di famiglia.

Financialounge - Telegram