Per le borse europee l’ultima seduta della settimana si apre in rosso

La giornata sui mercati
di Fabrizio Arnhold 18 Settembre 2020 - 9:17

Avvio senza slancio per i listini del Vecchio Continente, in scia ai ribassi di ieri della Borsa di New York. Prezzo del greggio in recupero, spread poco mosso

Le Borse europee aprono senza slancio l’ultima giornata di contrattazioni della settimana, sulla scia dei ribassi di ieri di Wall Street. Milano apre a -0,44%, Francoforte -0,04%, Parigi -0,15%, Madrid -0,47% e Londra -0,22%. La Borsa di Tokyo ha messo in archivio la settimana con un timido rialzo, con l’indice Nikkei a +0,2%, prima del lungo week end.

A PIAZZA AFFARI OCCHI SULLA RETE UNICA

L’attenzione a Piazza Affari resta alta sulle azioni Telecom, ieri in calo del 2,8% sui dubbi circa l’operazione di integrazione con la rete di Open Fiber per le criticità emerse a livello di Authority Ue. Enel ha ricevuto l’offerta da 2,6 miliardi di euro dal fondo olandese Macquarie per la metà di Open Fiber, valutando quindi l’operazione rete unica intorno ai 5 miliardi di euro.

PETROLIO IN RIAZLO

Le quotazioni del greggio continuano il recupero, sostenute anche dall’Opec+ che ha sollecitato i Paesi membri a rispettare i tagli alla produzione. Buoni anche i dati che arrivano dall’Arabia Saudita, con le esportazioni che sono rimbalzate a luglio a 5,73 milioni di barili al giorno, da un minimo di 4,98 barili giornalieri. Il Wti scadenza ottobre viene scambiato a 41,3 dollari al barile (+0,8%); mentre il Brent cresce dello 0,67%, arrivando a 43,59 dollari al barile.

SPREAD POCO MOSSO

Sul fronte valutario l’euro vale 1,1849 e si attesta a 124,2 yen, mentre il dollaro-yen è pari a 104,8. Lo spread apre le contrattazioni senza grandi variazioni rispetto al closing di ieri, a 145 punti base. Non si muove il rendimento del Btp decennale che si conferma allo 0,96%, sullo stesso livello della seduta precedente.