Mercati in rotazione, ma non è l’ora del “value”

Stili di investimento
di Virgilio Chelli 13 Luglio 2020 - 19:00

Dopo l’estrema sovra-performance dei titoli ‘growth’ Columbia Threadneedle Investments mette in guardia da attese troppo positive sui titoli ‘value’ e prevede continuità anche nel secondo decennio del secolo

I principali stili di investimento azionario si distinguono in ‘growth’, vale a dire alta qualità e forte crescita, e ‘value’, vale a dire prezzi scontati che non riflettono le prospettive di redditività legate alla ripartenza del ciclo economico e alla ripresa di consumi e investimenti. ‘Growth’ e ‘value’ sovraperformano in momenti diversi perché gli investitori si spostano dall’uno all’altro in base alle aspettative. Dopo la volatilità estrema indotta dal Covid, che ha portato a una sovraperformance altrettanto estrema dei titoli di qualità/growth, ora con la ripresa delle economie molti sembrano puntare su un periodo di sovraperformance dei titoli ‘value’, che hanno vissuto il momento peggiore all’acme della contrazione economica.

I TITOLI GROWTH CONTINUERANNO A FARE MEGLIO DEI VALUE

Ma William Davies, cio Emea e responsabile azionario globale di Columbia Threadneedle Investments, avverte che, dati gli elevati livelli di indebitamento, gli anni ’20 potrebbero essere simili al decennio precedente, con bassa crescita, bassa inflazione e bassi tassi di interesse, anche se nel breve è prevedibile qualche euforia indotta dalla ripresa di attività economica. In questo contesto, l’esperto di Columbia Threadneedle resta convinto che sia realistico ipotizzare che i titoli di qualità continueranno a sovraperformare i value, fintanto che continueranno a generare rendimenti elevati, anche perché i cambiamenti indotti dalla pandemia rendono probabile un prolungato periodo di sovraperformance dei titoli di qualità.

ALCUNI MERCATI STANNO IMITANDO L’ANDAMENTO POST-GRANDE CRISI

Davies osserva anche che nelle ultime settimane si è registrata una sorta di transizione dallo stile growth allo stile value, ma avverte che in questo scenario è improbabile che lo stile value sovraperformi, come ad esempio accadde alla fine della crisi finanziaria globale del 2008-2009. Anche oggi, nota l’esperto di Columbia Threadneedle, alcuni mercati stanno chiaramente imitando quell’andamento, ma a causa dell’entità senza precedenti degli stimoli monetari e fiscali il livello di indebitamento sarà persino superiore a quello registrato allora, per cui è improbabile che lo slancio della ripresa perduri, mentre riemergerà un mondo di bassa inflazione, bassa crescita e bassi tassi d’interesse, con le società a più rapida crescita che si distinguono.

MESSA IN GUARDIA SULLA CORSA AI TITOLI VALUE

Davies prevede che gli anni ’20 di questo secolo saranno con ogni probabilità simili al decennio precedente e che le società di qualità e le aziende meno cicliche registreranno un andamento migliore. Per questo l’esperto di Columbia Threadneedle mette in guardia dalla corsa allo stile value e ai titoli con performance deboli a prescindere dalle prospettive. Inoltre, aggiunge Davies, anche se i titoli value appaiono interessanti in un determinato momento, gli investitori devono avere l’assoluta certezza di evitare le trappole di valore, ritenendo che in questo momento sia estremamente pericoloso destinare capitale a società con leva finanziaria e operativa.

NEL REDDITO FISSO PRIVILEGIARE L’INVESTMENT GRADE, SOPRATTUTTO CORPORATE

L’esperto di Columbia Threadneedle resta convinto che le società che traggono vantaggio da posizioni dominanti, come quelle delle tecnologie, delle comunicazioni e dei semiconduttori, siano ben posizionate e continueranno a risultare vincenti in futuro, mentre nel reddito fisso privilegia l’investment grade rispetto all’high yield con una preferenza per i corporate bond rispetto ai governativi. Sull’azionario inoltre l’esperto di Columbia Threadneedle ritiene che le prospettive per le società globali più piccole restino eccellenti e mantiene fiducia nella capacità di individuare opportunità in aziende di qualità che dispongono del potenziale di crescere diventando colossi nei rispettivi settori nel corso del tempo.

INVESTIRE NELLA QUALITA’ CON UN OCCHIO ALLE VALUTAZIONI INTERESSANTI

Columbia Threadneedle intende investire in società con un solido posizionamento di mercato e validi modelli di business, che tendono a essere leader nei rispettivi settori e possiedono un vantaggio che le distingue dalla concorrenza in settori in crescita, guidate da un management consolidato con una governance trasparente. Anche una valutazione interessante rappresenta un fattore importante nel processo di investimento nella qualità, vale a dire le società che secondo Columbia Threadneedle sovraperformeranno nel decennio attuale traendo vantaggio dal contesto di bassa inflazione, bassa crescita e bassi tassi di interesse.

Financialounge - Telegram