Intesa e Ubi salgono in Borsa dopo il via libera della Consob all’Ops

La giornata
di Fabrizio Arnhold 26 Giugno 2020 - 9:35

Le Borse europee aprono toniche, sulla scia della chiusura in rialzo della Borsa di Tokyo. A Piazza Affari occhi puntati su Intesa-Ubi. Positivo il prezzo del petrolio, spread stabile

Apertura sopra la parità per le Borse europee nell’ultima giornata di contrattazioni della settimana e dopo la chiusura positiva di ieri di Wall Street (+1%). Milano apre le contrattazioni a +1,00%, Francoforte a +0,90%, Parigi a +1,11%, Madrid a +0,70% e Londra a +1,10%. La Borsa di Tokyo archivia la seduta sopra la parità, con l’indice Nikkei a +1,13%.

OCCHI PUNTATI SU INTESA-UBI

A Piazza Affari l’attenzione degli investitori è per Intesa Sanpaolo (+0,65% in apertura) e Ubi Banca, che apre a +2%, dopo il via libera arrivato ieri sera da Consob all’Ops, in programma il 6 luglio. Sotto osservazione anche la partita Generali-Cattolica, dopo i guadagni record del titolo della compagnia di Verona (+38%), a seguito dell’annuncio dell’ingresso di Generali. Da seguire anche l’andamento di Atlantia, dopo l’ennesima fumata nera sul futuro concessione nel vertice di maggioranza di ieri.

TIMORI PER I NUOVI CONTAGI

I dati sui nuovi casi di coronavirus, intanto, continuano a preoccupare gli investitori. Ormai da qualche giorno si registrano dinamiche in crescita negli Usa, in particolare in Texas, Arizona, California e Florida. Anche il Brasile non riesce a fermare l’avanzata della pandemia. Un’eventuale seconda ondata di contagi, con nuove misure di lockdown, diventerebbe un peso insostenibile per la già provata economia globale.

POSITIVO IL PETROLIO, SPREAD IN CALO

Dopo qualche seduta al ribasso, torna a crescere il prezzo del petrolio, con il Brent scambiato a 41,6 dollari al barile (+1,3%), mentre il Wti sfiora ai 39 dollari al barile (38,94). Lo spread apre in calo a 176 punti base, uno in meno rispetto alla chiusura di ieri. Il rendimento del Btp decennale non si muove di molto, restando all’1,28%.

GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

Sul fronte macro, rimbalza la fiducia dei consumatori francesi, in rialzo di quattro punti e superando le previsioni. In Spagna le vendite al dettaglio sono aumentate a maggio del 19,3% su mese. Nel pomeriggio, dagli Usa sono attesi i dati sui redditi e consumi e l’indice della fiducia dell’Università del Michigan. Dall’Italia in arrivo i dati Istat sui conti pubblici e la fiducia di consumatori e imprese.