contagi

I fondatori di Instagram creano un sito per tracciare i contagi da coronavirus

La piattaforma si chiama Rt.live e consente di tracciare l’indice R=0, cioè quello che indica il numero di persone infettate da un singolo contagiato

di Chiara Merico 21 Aprile 2020 09:35
financialounge -  contagi coronavirus Instagram R=0 Rt.live
financialounge -  contagi coronavirus Instagram R=0 Rt.live

Una piattaforma per monitorare i casi di contagio da coronavirus negli Usa: si chiama Rt.live ed è stata lanciata dai fondatori di Instagram, Kevin Systrom e Mike Krieger. Grazie a questo strumento è possibile tracciare l’indice R=0, cioè quello che indica il numero di persone che un singolo contagiato infetta.

LE NORME RESTRITTIVE SERVONO


Quello che appare evidente, dai primi dati disponibili, è che il virus si sta diffondendo meno negli Stati americani che hanno adottato maggiormente le norme restrittive. Con riferimento a domenica 19 aprile, Texas e California hanno un punteggio appena sotto 1, mentre il Vermont ha il miglior dato con 0,33.

MEGLIO A OVEST, PEGGIO A SUD


A livello geografico, la piattaforma dimostra che negli Stati occidentali le misure di contenimento e isolamento stanno funzionando decisamente meglio, mentre la situazione è peggiore nel Sud degli Stati Uniti. Anche piccole differenze nell’applicazione delle misure possono avere un impatto decisivo sull’andamento del contagio.

Coronavirus: come funziona “Immuni”, l’app scelta dal governo per tracciare la popolazione


Coronavirus: come funziona “Immuni”, l’app scelta dal governo per tracciare la popolazione






INFORMAZIONI IMPORTANTI PER LA FASE 2


Sapere dove il virus è più o meno diffuso è importante anche per stabilire modalità e tempi della cosiddetta fase 2, cioè la riapertura graduale delle attività. Come ha spiegato lo stesso Krieger, “nel decidere se e come riaprire, gli Stati dovranno gestire con attenzione il loro tasso di infezione. Speriamo che strumenti come il nostro possano aiutare in questo”.
Trending