Borsa Italiana

Rischio downgrade Moody’s per Lse-Borsa Italiana

La revisione del rating è cominciata dopo l’annuncio dell’acquisizione di Refinitiv. Un downgrade, secondo le indiscrezioni, potrebbe portare alla cessione di Borsa Italiana

14 Novembre 2019 - 9:20
financialounge - news
financialounge - news

London Stock Exchange Group, proprietaria di Borsa Italiana, potrebbe subire un downgrade da parte di Moody’s. L’indiscrezione comincia a prendere corpo pochi mesi dopo l’annuncio, da parte dell’agenzia, dell’inizio della revisione del rating iniziato ad agosto.

L’OPERAZIONE REFINITIV


L’estate scorsa, infatti, il gruppo Lse ha annunciato l’intenzione di acquisire il provider di dati Refinitiv con un’operazione da 27 miliardi di dollari. Il prossimo 26 novembre i soci di Lse dovranno pronunciarsi definitivamente sull’operazione di acquisto. Attualmente Refinitiv è detenuto da Blackstone (55%) e Thomson Reuters (45%).

REVISIONE DEL RATING


Al termine delle sue valutazioni, Moody’s potrebbe portare il rating assegnato al debito di lungo termine di London Stock Exchange da A3 a Baa1, quindi un gradino più in basso verso l’etichetta “media qualità”. Gli analisti dell’agenzia di rating si soffermeranno in particolare sui flussi di cassa e sulla redditività generata dall’acquisizione di Refinitiv. Acquisizione che, nei piani di Lse, verrà finanziata con l’emissione di 13,5 miliardi di dollari di nuovo debito.

IPOTESI CESSIONE PER BORSA ITALIANA


Inoltre, tenendo anche in considerazione gli eventuali problemi causati al gruppo britannico dalla Brexit, diversi analisti non escludono una possibile cessione futura di Borsa Italiana da parte di Lse. Un eventuale downgrade – che ricordiamo riguarderebbe il debito di lungo termine – potrebbe accelerare la cessione di Borsa Italiana e il gruppo franco-olandese Euronext starebbe valutando un’offerta.
Trending