corporate bond

Obbligazioni, rendimenti interessanti dagli high yield dei settori difensivi

L’opportunità di generare buoni rendimenti tramite una selezione attenta resta intatta. Focus su banche e settore energetico.

11 Gennaio 2018 - 7:50
financialounge - news
financialounge - news

Politiche monetarie estremamente accomodanti, favorevoli dinamiche domanda/offerta, crescita sincronizzata dell'attività economica nella maggior parte delle economie avanzate e la ripresa di alcuni mercati emergenti: sono questi gli ingredienti che hanno favorito il netto rialzo di utili e ricavi aziendali in tutte le regioni con benefici sulle quotazioni del mercato obbligazionario.

“A breve, però, potremmo assistere a un'inversione di tendenza. Mentre nel complesso il rischio obbligazionario non è adeguatamente compensato, l'opportunità di generare buoni rendimenti tramite un'attenta selezione resta intatta” fa sapere Rick Rezek, Global Credit Fund Manager, Fixed Income di Schroders, convinto che i gestori attivi possano sfruttare il calo della correlazione dei rendimenti a livello settoriale emerso dal secondo trimestre 2017.

Per esempio, il settore bancario, secondo Rick Rezek continua ad apparire interessante alla luce del probabile allentamento normativo da parte dell'amministrazione repubblicana USA e dei livelli di capitale ancora elevati.

“Anche il settore energetico presenta buoni fondamentali sulla base del continuo deleveraging e delle valutazioni” aggiunge Rick Rezek che, relativamente al debito sovrano emergente, teme invece che il vigore del dollaro, in particolare in quei mercati che sembrano aver raggiunto la piena valutazione, possa esercitare implicazioni negative sui prezzi di questa asset class.

APPROFONDIMENTO
Riascolta la puntata di 'Conti alla Rovescia' su La ricerca di Income 


In ogni caso, Rick Rezek vede la possibilità di beneficiare in chiave opportunistica delle dislocazioni a livello di mercato, settori e singoli titoli. “Nel 2017 le valutazioni dei corporate bond high yield hanno raggiunto livelli piuttosto elevati, ma ci sono ancora aree del mercato a cui vale la pena essere esposti, tendenzialmente i settori più difensivi che offrono un rendimento interessante rispetto alle obbligazioni investment grade” specifica Rick Rezek, che guarda con interesse ai corporate bond di fascia tripla B.

“Siamo convinti che, nell'universo investment grade, tali titoli offrono ancora la migliore compensazione dei rischi. Inoltre, negli USA, i parametri di indebitamento (ammontare del debito in bilancio) dei titoli BBB hanno evidenziato una stabilità maggiore rispetto a quelli dei bond con rating più elevati” conclude il manager.
Trending