Anima Sgr

Piazza Affari, la migliore Borsa tra le prime 20 negli ultimi 12 mesi

19 Ottobre 2015 10:13
financialounge -  Anima Sgr italia mercati azionari Piazza Affari
financialounge -  Anima Sgr italia mercati azionari Piazza Affari
Piazza Affari ha registrato negli ultimi 12 mesi la miglior performance tra le 20 più importanti borse a livello mondiale.

La classifica, pubblicata da un importante quotidiano finanziario italiano nella sua rubrica del sabato, mette in fila il rendimento in valuta locale (ovvero senza tenere conto delle variazioni dovute al cambio valutario) degli indici di 20 piazze finanziarie internazionali: da New York a Tokyo, da Seul a Hong Kong, da Toronto a Francoforte, da Singapore a Zurigo, da Londra a Sidney, da Stoccolma a Johannesburg.

Ebbene, l’indice Comit globale di Piazza Affari con un +27,39% precedeva tutti con la chiusura a 1.238 punti di venerdì scorso: dietro, sul podio, si piazzavano l’indice Nikkei 225 della Borsa di Tokyo (+24,11%) e al terzo posto l’indice Total return index di Bruxelles (+21,41%). In fondo alla classifica, invece, figuravano l’Athens General index della capitale greca (-21,08%). Lo Strait Index di Singapore (-3,78%) e l’S&P TSX Composite di Toronto (-15,3%).

Un risultato, quello di Piazza Affari, che ha permesso ai sottoscrittori di fondi azionari Italia, i prodotti del risparmio gestito specializzati sui titoli azionari del nostro paese, di registrare un rendimento medio annuo del +21,9%, circa il doppio rispetto all’indice generale dei fondi azionari (+11,1%). Un trend positivo che non dovrebbe arrestarsi anche per i prossimi 6-12 mesi.

Tra chi è positivo sul mercato azionario italiano figura il team di gestione azionario di Anima Sgr che delinea una serie di fattori di supporto a questa tesi. I tassi di crescita del PIL, benché ancora inferiori quest’anno alla media europea, sono ora (+0,9% in base alle stime governative e +1% in base a quelle di Confindustria) superiori alle previsioni che gli analisti avevano formulato solo qualche mese fa. La politica monetaria espansiva della Bce alimenta la crescita, indebolisce l’euro (agevolando le esportazioni), e mantiene bassi i tassi di interesse dell’area euro (in questo modo le imprese e il governo italiano pagano meno interessi sui debiti).

Pertanto, fanno notare gli esperti del team azionario di Anima, sono ancora presenti le condizioni affinchè il 2015, anche in chiusura d’anno, si confermi un anno positivo per l’Italia alla luce del miglioramento di tutti gli indicatori di sentiment, sia per imprese che per i cittadini: in particolare la fiducia dei consumatori è ai massimi degli ultimi dieci anni ed è coerente con un’accelerazione dei consumi domestici. Per quanto riguarda invece i pericoli, secondo il Team, le principali insidie sono di carattere esterno (decelerazione della Cina, prezzi delle materie prime, andamento di alcune importanti economie emergenti, politica di tassi USA) sebbene sul fronte interno sarà necessario proseguire il cammino delle riforme per far crescere il nostro paese in termini di competitività e attrattività per gli investimenti esteri.
Trending