Apple

Trimestrali USA, perché Wall Street premia Boeing e punisce Apple

30 Luglio 2015 17:07
financialounge -  Apple Boeing iPhone mercati azionari trimestrali USA
financialounge -  Apple Boeing iPhone mercati azionari trimestrali USA
Mercoledi 22 luglio sono stati pubblicati i dati trimestrali di bilancio di Apple e Boeing.
Il colosso di Cupertino ha comunicato che i profitti trimestrali sono saliti del 33% e il fatturato è cresciuto del 38%, trainato in particolare dalla Grande Cina (Cina, Hong Kong e Taiwan) che tra aprile e giugno ha registrato un balzo dei ricavi del 112%.
Apple, inoltre, ha rivelato di aver superato i 200 miliardi di dollari di liquidità disponibile in cassa.
Boeing, invece, ha reso noto che gli utili trimestrali sino sono contratti del 33% rispetto ai profitti incamerati nel periodo aprile – giugno 2014: il colosso dell’aeronautica statunitense ha poi informato la comunità di Wall Street che per l’intero 2015 si aspetta utili per azioni compresi tra 7,70 e 7,90 dollari, in calo rispetto agli 8,20 – 8,40 dollari che il management stimava a inizio anno.

Alla luce di tutti questi numeri delle trimestrali dei due giganti USA, potrebbe sembrare inspiegabile il comportamento in Borsa dei due titoli: Apple ha lasciato sul terreno fino al 7% intraday (per chiudere la seduta del 22 luglio a -4,3%), mentre il titolo Boeing ha guadagnato un punto percentuale.
La spiegazione, secondo gli analisti, è che su Apple hanno cominciato a crescere i dubbi sulla sostenibilità delle vendite di iPhone (la fonte primaria dei margini della società della mela) mentre Boeing è stata premiata perché il fatturato su base annua è stato dell’11% superiore al 2014 e al di sopra delle stime degli analisti con i profitti che, sebbene in calo del 33%, hanno tenuto meglio del previsto nonostante il dollaro forte.

Il comportamento dei due titoli a Wall Street può essere esteso a molti altri casi più o meno analoghi e conferma che il fai da te in Borsa è sempre più complesso ed espone a rischi di valutazione che solo i professionisti del mercato, grazie ad accurate ricerche interne, sono in grado di interpretare assumendo decisioni di investimento sia per il breve termine e sia, soprattutto, per il medio lungo termine.
Trending