diversificazione

Il mix vincente di diversificazione e ritorno assoluto

12 Giugno 2015 12:40
financialounge -  diversificazione fondi multi asset Giordano Lombardo liquid alternative liquidità livello di rischio
financialounge -  diversificazione fondi multi asset Giordano Lombardo liquid alternative liquidità livello di rischio
Per quanto riguarda le politiche di investimento, non esiste una ricetta miracolosa, ma la combinazione di un'ampia diversificazione ed un approccio di gestione orientato al ritorno assoluto (perseguito, ad esempio, attraverso strumenti “liquid alternative”) possono aiutare a migliorare il profilo rischio/rendimento dei portafogli degli investitori. È questa una delle principali indicazioni espresse da Giordano Lombardo, Group Chief Investment Officer di Pioneer Investments, nella CIO Letter di giugno 2015.

Gli investitori, secondo Lombardo, dovranno adottare un atteggiamento più attivo per soddisfare le proprie esigenze di reddito future. Questo perché, con minori rendimenti attesi, potrebbero conseguire minori benefici, o per ottenere gli stessi benefici attesi, dovranno investire oggi maggiori risorse in prodotti volti alla generazione di reddito, abbassando in tal modo il loro attuale standard di vita. In un contesto in cui i rendimenti degli investimenti proverranno principalmente dalla componente alpha (l’extra rendimento rispetto agli indici di mercato) anziché da quella beta (il rendimento degli indici di mercato), la ricerca di nuove fonti di reddito diventa un punto cruciale.

“A nostro avviso, le opzioni che gli investitori hanno oggi a disposizione per affrontare queste sfide sono le seguenti:
1. una ricerca di reddito in tutte le asset class, sia nell'ambito azionario che in quello obbligazionario (con focus su una gestione attiva e flessibile);
2. una diversificazione più ampia e più efficace degli investimenti tramite un approccio multi-asset;
3. un’espansione dell'universo di investimento anche in classi di attività non tradizionali, quali prestiti o liquid alternative, che presentano basse correlazioni rispetto alle asset class tradizionali” argomenta Giordano Lombardo.
Si ricorda che gli strumenti liquid alternative sono prodotti del risparmio gestito che adottano strategie non tradizionali tipiche dei gestori di hedge fund rispetto ai quali garantiscono la massima trasparenza del portafoglio e un livello elevato di liquidità.

Tornando alle tre opzioni indicate dal CIO di Pioneer Investments, è evidente che queste opportunità di investimento comportano dei rischi e, nel contesto attuale di mercato, la liquidità è uno dei rischi principali, non solo per le attività illiquide ma anche per quelle tradizionalmente più liquide (cioè obbligazioni di elevata qualità). Questo quadro sembra paradossale ed illogico rispetto ad uno scenario inondato dalla liquidità immessa dalle banche centrali. La realtà, tuttavia, è che il rischio si è spostato dal «sell side» (banche) al «buy side» (investitori) in seguito alla maggiore e più stringente regolamentazione. Inoltre, molti operatori del «buy side», si sono concentrati sugli stessi temi di investimento di mercato.

“Questa concentrazione, quando si verifica un'inversione del sentiment, innesca mini-crisi, come dimostrato dalla recente ondata di vendite sulle obbligazioni governative europee: la volatilità aumenta e le correlazioni tra le diverse asset class diventano instabili. Anche in questo caso, l’asset management può aiutare. Tecniche avanzate di risk budgeting, di costruzione del portafoglio e strategie di copertura dinamica dei rischi rappresentano, a nostro avviso, l’approccio migliore per costruire portafogli più efficienti e ben diversificati” conclude Giordano Lombardo.
Trending