Asia

Emerging markets, è il momento di ampliare l’esposizione

11 Settembre 2014 - 8:15
financialounge - news
financialounge - news
Potrebbe essere il momento opportuno per ampliare l'esposizione a un'asset class attualmente sottovalutata, ma che dovrebbe continuare a beneficiare di una serie di importanti fattori di crescita strutturali nel medio e lungo termine e che, in particolare in Asia, sta attirando crescenti flussi di investimento da parte degli investitori.
È questa la convinzione formulata da Nick Price, Gestore del FF Emerging Markets Fund sull’azionario emergente che, insieme all’obbligazionario emerging markets, sta registrando il ritorno di interesse degli investitori.

Nick Price, tiene tuttavia a sottolineare che, sebbene l’equity dei paesi in via di sviluppo sia supportato da fondamentali solidi e valutazioni a sconto, sia indispensabile essere selettivi per riuscire a cogliere le migliori opportunità e ridurre i rischi: caratteristica che è alla base dell’approccio vincente del FF Emerging Markets Fund, e che gli ha consentito di sovraperformare l’indice di rifermento e di ottenere il premio Morningstar 2014 come miglior fondo azionario emergente.

“I mercati emergenti sono negoziati a notevole sconto rispetto alla maggior parte dei parametri di valutazione. I multipli sono ai livelli più bassi degli ultimi 10 anni se confrontati con l'indice globale e alla fine di giugno 2014 mostravano sconti del 30% circa rispetto ai titoli azionari dei mercati sviluppati” puntualizza Nick Price che, in virtù di queste valutazioni, suggerisce un posizionamento strategico sull’equity emerging markets.

“Dopo una fase in cui gli investimenti internazionali si sono orientati principalmente verso Europa e USA, gli investitori stanno ora guardando agli emergenti, favoriti da fondamentali economici in miglioramento. Ne sono una conferma i flussi internazionali netti verso l’azionario asiatico, tutti positivi negli ultimi mesi ad eccezione della Thailandia, colpita dal colpo di Stato di alcuni mesi fa” fa poi presente Nick Price che prosegue spiegando quale sia il suo approccio ai mercati emergenti: “Non va dimenticato che i mercati emergenti sono soggetti a periodi di volatilità. In tale contesto, come sempre, cerchiamo di analizzare nel dettaglio le società nelle quali investiamo e le valutazioni alle quali vengono negoziate con l'obiettivo di offrire eccellenti rendimenti a lungo termine, minimizzando al contempo i rischi”.

In quest’ottica la gamma di opportunità legate ai mercati emergenti è ampia e sono molte le società che offrono prospettive di crescita elevate.
Trending