Arabia Saudita

Come cavalcare le dinamiche dei mercati emergenti

5 Settembre 2014 15:15
financialounge -  Arabia Saudita cina GAM Star North of South EM equity Luca Pellegrini Matt Linsey mercati azionari mercati emergenti Russia thailandia Zimbabwe
financialounge -  Arabia Saudita cina GAM Star North of South EM equity Luca Pellegrini Matt Linsey mercati azionari mercati emergenti Russia thailandia Zimbabwe
Negli ultimi tre anni l’azionario emerging markets non ha brillato, penalizzato nel 2013 dagli ingenti deflussi degli investitori internazionali. Ma non per questo sono mancati gestori azionari specializzati capaci di registrare consistenti extra rendimenti, come Matt Linsey, managing partner di North of South Capital LLp e gestore del fondo GAM Star North of South EM equity, che al traguardo dei tre anni dal suo avvio (agosto 2011) ha registrato un rendimento totale del 37,8%, pari ad una performance annualizzata dell’11,1% più che doppia rispetto al suo benchmark, l’indice MSCI Global Emerging Markets, che nello stesso periodo ha segnato un +17,7% (5,6% su base annua).

“I Mercati Emergenti hanno un forte potenziale di rendimento, ma le dinamiche che li riguardano sono molto differenti da quelle dei Mercati Sviluppati”, spiega Matt Linsey, sottolineando il grande valore di mercati meno osservati, diversi dai tradizionali BRIC.

Il team di gestione del GAM Star North of South EM equity trova ad esempio interessanti opportunità di investimento in Thailandia, presente solo con una quota ridotta nel benchmark del fondo, e in mercati meno sviluppati come l’Arabia Saudita e lo Zimbabwe.
Grazie a questa strategia nel difficile 2013 il fondo ha riportato un rendimento del 4,3%, a fronte del -6,5% dell’Indice MSCI Global Emerging Markets.
Il fondo GAM Star North of South EM Equity investe principalmente in azioni di società che hanno la sede principale nei Mercati Emergenti, o che generano la maggior parte dei ricavi in quest’area.

Il focus di investimento è sulle società a media capitalizzazione e il team di gestione applica un approccio attivo basato sul valore, combinando la ricerca macro economica di tipo top-down con l’analisi bottom-up (focalizzata sulle singole società).
Il fondo investe fino al 20% dei suoi asset netti in Russia e fino al 25% in azioni cinesi di class A, non facilmente ottenibili dagli investitori internazionali: l’asset al location geografica vede, in prima fila, l’esposizione alla Cina (20,6%), alla Corea del Sud (17,1%) e al Brasile (12,0%).

Per quanto riguarda i settori, gli asset del fondo sono principalmente investiti nel comparto della finanza e dei beni di consumo, oltre che nell’IT e nel settore industriale. (dati al 28 agosto 2014). La ricerca di opportunità di investimento nei Mercati Emergenti guardando al di là del benchmark guida la strategia del fondo GAM Star North of South EM equity e arricchisce la gamma di fondi ad alta specializzazione offerti da GAM.

“In linea con il modello di business distintivo di GAM, che fa leva sui migliori talenti mondiali nel campo della gestione degli investimenti, il GAM Star North of South EM equity è gestito da Matt Linsey, managing partner di North of South Capital LLp: un gestore che ha saputo dimostrare in questi tre anni di attività del comparto una sapiente gestione del portafoglio” commenta Luca Pellegrini, Client Director di GAM, responsabile dello sviluppo del mercato italiano.
Trending