microsoft

La guerra delle console

13 Marzo 2014 13:50
financialounge -  microsoft Sony
financialounge -  microsoft Sony
La guerra delle console è probabilmente arrivata all’ultimo atto. È atteso per oggi il lancio dell’offensiva finale di Microsoft, tutte le speranze di casa Redmond si possono sintetizzare in un solo nome: Titanfalls, il gioco di punta della casa, con cui si spera di poter eguagliare le vendite degli eterni rivali giapponesi.

Inizialmente le vendite dell’Xbox procedevano bene, con 22 milioni di unità vendute dal 22 Novembre, il giorno del lancio della nuova console. Ma le speranze di poter conquistare con un guerra lampo tutto il mercato del gaming mondiale sono durate poco: a Gennaio le Playstation 4 vendute superavano già le vendite di Microsoft. Il 4 Marzo con un comunicato stampa i giapponesi dichiararono la loro superiorità: erano state vendute oltre 6 milioni di unità e 13,7 milioni di giochi. Ora è arrivato il momento per Microsoft di provare il tutto per tutto, lanciando la controffensiva con i giganteschi robot di Titanfall, game sviluppato in esclusiva per la casa di Redmond, che proveranno a difendere quella che si potrebbe considerare come la linea gotica del gaming mondiale.
Le aspettative su questa controffensiva sono parecchio alte: i test attivati prima del lancio hanno attirato oltre 2 milioni di giocatori in tutto il mondo, portando ad un sovraccarico dei server di casa Redmond.
Ma la vera domanda è un’altra: riusciranno i robot a convincere la popolazione civile a passare sotto la bandiera dell’Xbox, accettando un prezzo superiore, 499 dollari, a discapito della rivale Playstation 4, che si presenta con un prezzo inferiore di 399 dollari? Il dubbio è che i robot non siano abbastanza forti per resistere, figuriamoci per portare avanti un attacco.
Un aiuto potrebbe arrivare dal taglio del prezzo della console: i fan più accaniti sono già in possesso del loro device preferito e difficilmente sono disposti a comprare una nuova console se non con un taglio al listino. Questa potrebbe essere l’unica mossa rimasta nell’arsenale di Redmond per non rischiare di dover firmare la resa incondizionata. Resa già firmata da un’altra ex grande potenza, la Nintendo, che non è riuscita a sopravvivere dopo la sconfitta della loro "invincible armada", Super Mario Bros.

Prima del taglio prezzi, casa Redmond, proverà a lanciare un’ultima campagna: abbinare alla console una copia gratuita del gioco in questione. Molti sono tuttavia scettici sul reale contributo del gioco: gli analisti commentano che Titanfall aiuterà a vendere circa 500.000 console, mentre le vendite del singolo gioco saranno circa 8 milioni.
Come a dire, il gioco si venderà da solo, ma non sarà sufficiente a convincere la maggior parte dei player a passare sotto le insegne degli americani.
Per finire, in questo scenario i giapponesi starebbero preparando il colpo di grazia: un nuovo gioco, Infamous, destinato a spazzare via l’ultima resistenza americana, le cui prospettive di vendita sarebbero pari a 1,5 milioni di copie.
Read more:
Trending