evento

Intervista doppia: due approcci differenti

29 Luglio 2013 21:00
financialounge -  evento Pictet promotori finanziari studenti Top Advisor
financialounge -  evento Pictet promotori finanziari studenti Top Advisor
Proponiamo di seguito una nuova intervista a due partecipanti al concorso Top Advisor attualmente ai vertici delle classifiche parziali.

Questa volta abbiamo parlato con Antonino Di Pasquale (A.D.P.), promotore finanziario di Banca Mediolanum, che nel momento in cui scriviamo è in seconda posizione nella categoria “promotori finanziari, classifica per rischio-rendimento”, e con Andrea Altana (A.A), studente di ingegneria gestionale al Politecnico di Torino.
Ecco cosa ci hanno raccontato:


Domanda: Si presenti: età, professione, provenienza…

A.D.P. - Ho 41 anni, sono di Benevento e ho una laurea in Economia Aziendale. Sono promotore finanziario, European financial advisor certificato Efpa e family banker di Banca Mediolanum da poco più di sei anni. Padre di una bellissima bimba di 3 anni di nome Floraluna.

A.A. - Ho 28 anni nato a Catania, sono uno studente di Ingegneria Gestionale al Politecnico di Torino all'ultimo anno di specialistica in Financial Management (a settembre dovrei laurearmi), mentre la triennale l’ho fatta al Politecnico di Milano. Due anni fa ho partecipato alle universiadi del trading come rappresentante del Politecnico di Torino.


Domanda: Quali sono state le mosse vincenti che l’hanno portata a registrare una buona performance?

A.D.P. - Prima di tutto cerco di ottimizzare sempre il portafoglio sulla frontiera efficiente, in modo da minimizzare il rischio e massimizzare il rendimento. Ho utilizzato un software in mio possesso. Comunque ho avuto un monetario in dollari per una quindicina di giorni, e poi ho venduto intorno ai massimi del cambio per posizionarmi su un high dividend in euro. Adesso sono esposto maggiormente sull’azionario Usa. Ma tutto ciò per me rappresenta solo un gioco perché nell’attività quotidiana con i miei clienti non faccio così.

A.A. - Ho cercato di creare un portafoglio il più equilibrato possibile, cercando di prendere dei fondi correlati ai principali indici mondiali e altri che invece non è detto che lo siano, in modo da bilanciare le eventuali perdite di un fondo con i guadagni di un altro.


Domanda: Quali fondi Pictet ha selezionato e perché? Li conosceva già?

A.D.P. - Ho scelto maggiormente i fondi Pictet Short Term Money Market $, High Dividend Selection EUR e US Equity Growth $. I fondi a cui ho dato maggior peso erano solo fondi che conoscevo.

A.A. - Ho selezionato il fondo US equity value Selection-R$, essendo abbastanza correlato con l’indice S&P500: avevo ipotizzato che l'indice americano sarebbe riuscito a rompere i massimi assoluti di metà maggio, e cosi effettivamente ha fatto nelle ultime settimane. Inoltre all'interno del portafoglio ho inserito i fondi Clean Energy-R e Biotech-R, due prodotti che, al di là dei movimenti dei principali indici mondiali, sono in costante crescita in quanto si basano su tecnologie in via di sviluppo e su cui diverse aziende stanno investendo per il prossimo futuro.


Domanda: Qual è la sua view sui mercati?

A.D.P. - Premetto che il mio lavoro non è fare il gestore, a questo ci pensano le case di investimento. Lascio fare a chi è più esperto di me e fa questo per professione. Quindi cosa vedo? Non lo so e non mi interessa.

A.A. - Secondo il mio punto di vista siamo in una fase in cui i mercati si stanno consolidando un po’, essendo tendenzialmente saliti negli ultimi anni: mi aspetto che nei mesi a venire possano lasciare spazio a una piccola fase negativa, per poi riprendere forza e continuare la corsa verso un lungo trend rialzista.


Domanda: Cosa direbbe se dovesse offrire agli altri concorrenti un consiglio sulla pianificazione finanziaria?

A.D.P. - L’importante non è avere i migliori strumenti matematici o conoscere chissà quali algoritmi. Per me la pianificazione va fatta da un consulente, un professionista che sappia prima di tutto gestire l’emotività del cliente che spesso non gli dà la possibilità di prendere decisioni razionali. Il cliente è sempre più preda all’emotività e questo non gli permette di raggiungere gli obiettivi suoi e della sua famiglia. Consiglio inoltre di dare maggior importanza a un’area della pianificazione che spesso viene dimenticata, cioè quella della protezione del patrimonio, della persona e della famiglia.

A.A. - Quello che posso consigliare è di analizzare i mercati finanziari nel loro complesso cercando di cogliere tutte le correlazioni possibili e non focalizzarsi molto sulle news in quanto i mercati le scontano molto prima che diventino pubbliche. Con questo non dico di non seguirle, anzi al contrario, consiglio di tenersi aggiornati su tutto quello che succede in ambito finanziario, però avendo un occhio critico e captando i veri motivi che hanno portato all'evolversi dell'economia verso una determinata direzione.


Le due testimonianze sembrano dimostrare approcci differenti, ma chi realmente si porterà a casa il titolo?
Insomma la sfida rimane aperta e tutti partecipanti hanno tutto il tempo per mettersi in mostra e ribaltare il risultato per essere incoronato Top Advisor.

Per
tutti coloro che desiderassero conoscere le modalità del concorso, i
premi in palio e iscriversi riportiamo il link diretto al sito dedicato
all'iniziativa www.topadvisor.it.
Trending