asset class

A Wall Street piccolo è meglio

10 Maggio 2013 - 6:00
financialounge - news
financialounge - news
I riflettori dei media sono da settimane puntati sull’indice S&P500. Il motivo è da ricercarsi, soprattutto, sul fatto che il suo livello ha sfondato il record storico precedente (stabilito nell’ottobre 2007) portandosi stabilmente sopra i 1.580 punti. Tuttavia, sebbene l’investimento nelle large cap USA si sia rilevato un buon affare, quello nelle small e nelle mid cap a stelle e strisce lo è stato in misura ancora maggiore.

Negli ultimi 5 anni, infatti, mentre l’S&P500 ha registrato un rendimento complessivo (inclusi i dividendi) del 27,9% (pari al 5,06% annuo composto), l’S&P400 mid cap, ha chiuso a +47,65% (+8,12% medio annuo) e il Russell 2000, rappresentativo dei titoli USA a piccola capitalizzazione, a +40,97% (+7,12% all’anno). Anche sulla distanza dei quattro anni, le mid cap (S&P400) si confermano best performer con un rendimento del 116,64%, seguito dal Russel 2000 (+103,54%) e dall’S&P500 (+97,73%).

Negli ultimi 12 mesi, invece, i rendimenti tra le tre asset class azionarie si sono quasi equivalsi: infatti se l’S&P400 ha messo a segno un +16,47%, il Russell 2000 ha guadagnato il 15,57% e l’S&P500 il 15,53%. Alla luce di queste performance, gli investitori si chiedono però se convenga ancora puntare sulle small e mid cap americane.

In base agli ultimi dati disponibili, il rapporto prezzo / utili (p/e) dell’S&P400 viaggia intorno al 21,27: un livello leggermente al di sopra del 18,83 della sua media quinquennale. Se le stime sugli utili attesi per quest’anno fossero confermate, il p/e 2013 dell’S&P400 sarebbe proiettato a quota 17,76, portandosi quindi poco al di sotto della media a 5 anni. Molto più interessante la situazione relativa al Russell 2000.

Il suo p/e corrente è a quota 18,11 e si confronta con il 22,92 della media degli ultimi anni. Inoltre, qualora le previsioni sui profitti di quest’anno delle piccole imprese americane trovassero conferma, il p/e 2013 del Russell 2000 si posizionerebbe a quota 16,48.
Trending