BCE

Occupazione lenta e staffetta generazionale

9 Maggio 2013 - 7:30
financialounge - news
financialounge - news
Riviste al rialzo le stime sul tasso di disoccupazione nell’eurozona. Secondo gli economisti delle istituzioni private, chiamati per questo compito dalla BCE, prevedono che nel 2013 la disoccupazione sarà al 12,3%, a rettifica del 12,1% previsto. Negli anni successivi il tasso diminuirà, ma in maniera più contenuta rispetto a quanto stimato in precedenza, attestandosi a quota 12,2% nel 2014 e a 11,6% nel 2015.

Il rallentamento è dovuto a diverse cause, tra cui il protrarsi delle debolezze e fragilità economiche, il ritardo nell’individuazione ed attuazione di riforme strutturali per lo sviluppo ed il mercato del lavoro e il limitato reddito delle famiglie dei paesi colpiti dalla crisi.

Intanto in Italia Enrico Giovannini, nuovo Ministro del Welfare, propone la “staffetta generazionale” quale possibile soluzione allo studio del governo, per aumentare l’occupazione giovanile.
Trending