esportazioni

2012 da record per il vino made in Italy

6 Marzo 2013 - 8:00
financialounge - news
financialounge - news
L’anno appena archiviato dovrebbe aver registrato una tappa storica per l’esportazioni di vino italiano all’estero: per la prima volta, infatti, sarebbe stata superata la quota dei 5 miliardi di fatturato, con una crescita del 7,8% rispetto all’anno precedente.

A trainare l’export dei produttori della penisola soprattutto gli spumanti (+12%), ma molto bene sono andati anche i vini Dop e Igp (+7,4%). Il podio dei mercati in cui il nettare dell’uva italiano è più apprezzato è costituito nell’ordine, dagli Stati Uniti (933,4 milioni di euro di fatturato), dalla Germania (901,6 milioni) e dal Regno Unito (499,5 milioni).

In termini invece di variazioni del giro d’affari del 2012 rispetto al 2011, la graduatoria vede al primo posto il Giappone (+29,7%), seguito da Svezia (+25,1%), Svizzera (+14,2%), Francia (+13,7%), Canada (+12,5%), Stati Uniti (+6,7%), Germania (+5,5%) e Regno Unito (+5,0%): in controtendenza, invece, l’export verso la Russia (-11,8%).
Trending