Investitori stranieri di nuovo in fuga dai Btp

di Redazione

Settembre negativo per i Btp italiani, il report di Bankitalia evidenzia deflussi netti per 4,2 miliardi di euro. Dati positivi dalla bilancia dei pagamenti

Brusco cambio di rotta da parte degli investitori stranieri rispetto all’estate scorsa per quanto riguarda i titoli di Stato italiani. Se ad agosto si erano registrati acquisti di Btp per circa 10 miliardi di euro, secondo l’ultimo report pubblicato da Banca d’Italia a metà novembre, gli investitori esteri hanno ceduto titoli italiani governativi per 7,7 miliardi.

VENDITE NETTE

Dunque gli investitori stranieri, di fatto, sono tornati a scaricare Btp italiani con vendite nette pari a 4,2 miliardi. “A settembre le passività nette sull’estero sono cresciute di 19,5 miliardi”, si legge nella nota mensile di Bankitalia.

IL REPORT DI BANKITALIA

Un aumento, spiegano gli esperti di Via Nazionale, “riconducibile agli afflussi di capitali per ‘altri investimenti’ (26,0 miliardi), solo in parte compensati dai deflussi dovuti al calo (di 2,3 miliardi) degli investimenti diretti dall’estero e alle vendite nette di titoli di portafoglio italiani (4,2 miliardi) da parte degli investitori esteri, concentrate nel comparto dei titoli pubblici (7,7 miliardi, in prevalenza Btp)”.

(Fonte: Banca d'Italia)
(Fonte: Banca d’Italia)

LA BILANCIA DEI PAGAMENTI

Sul fronte bilancia dei pagamenti, in 12 mesi (fino a settembre) il surplus italiano ha toccato quota 51,5 miliardi di euro, 3,4 miliardi in più rispetto allo stesso arco temporale concluso a settembre 2018. Un miglioramento, spiega Bankitalia, dovuto principalmente al surplus mercantile, che è tornato ad ampliarsi (55,7 miliardi da 51) e, in misura inferiore, ai saldi dei redditi primari e dei servizi.

Spread: non più allarme rosso, ma brand negativo dell’Italia

Spread: non più allarme rosso, ma brand negativo dell’Italia




FinanciaLounge
20 Novembre 2019
Partner
Top