Contatti

Investimenti per il clima

COP28: Emirati annunciano il fondo per clima da 30 miliardi dollari

Si chiama Alterra e ha tra i principali finanziatori le più grandi società di gestione mondiali, come BlackRock, che contribuiranno a sostenere le soluzioni per il clima e il gap finanziario tra i Paesi coinvolti nella transizione verde

di Redazione 1 Dicembre 2023 10:17
financialounge -  BlackRock Brookfield cop28 dubai Mohammed Bin Zayed TPG
financialounge -  BlackRock Brookfield cop28 dubai Mohammed Bin Zayed TPG

Gli Emirati Arabi Uniti annunciano la creazione di un fondo per il clima da 30 miliardi di dollari. È stato lo stesso presidente degli Emirati, lo sceicco Mohammed Bin Zayed, a dare la notizia durante la cerimonia di in apertura del World Climate Action summit di COP28 a Dubai. Il fondo sarà finalizzato a fornire soluzioni globali per il clima e risolvere il gap finanziario, con l’obiettivo di stimolare 250 miliardi di dollari di investimenti al 2030. Tra i principali finanziatori del fondo ci sono anche le principali società di gestione mondiali tra le quali BlackRock, TPG e Brookfield.

IL RUOLO DI ALTERRA


Il nuovo fondo Alterra sarà presieduto dal sultano Al Jaber, presidente della COP28, come dice il comunicato, e sarà ospitato dal gestore di fondi Lunate con sede negli Emirati Arabi Uniti. L'obiettivo è di promuovere gli sforzi internazionali per creare finanziamenti più equi per il clima, con particolare attenzione al miglioramento dell'accesso ai finanziamenti per i paesi del Sud, si specifica nel comunicato stampa. "Quando gli Emirati Arabi Uniti si sono impegnati a ospitare la COP28, ci siamo impegnati a riunire il mondo per affrontare le sfide condivise che l'umanità deve affrontare. Oggi, al 'World Climate Action Summit', ho avuto l'onore di annunciare la creazione di un fondo da 30 miliardi di dollari che favorirà i partenariati internazionali trasformativi verso il raggiungimento di soluzioni climatiche globali che promettano un futuro migliore per tutti", ha poi scritto su X il presidente Mohamed Bin Zayed.

I SOGGETTI COINVOLTI


Sempre secondo Reuters, sarebbero coinvolti anche la società di private equity TPG e l’asset manager specializzato in infrastrutture Brookfield, sotto la supervisione dell’investitore Lunate Capital, sostenuto dagli Emirati Arabi Uniti. Le società di gestione non hanno rilasciato commenti alla notizia.

VIA LIBERA AL FONDO LOSS AND DAMAGE


Già ieri c’era stata una prima buona notizia nella giornata di ieri, con il via libera dei Paesi partecipanti alla creazione del fondo destinato a finanziare le “perdite e i danni” climatici nei Paesi più poveri e vulnerabili, parallelamente ai negoziati sui combustibili fossili. Oggi arriva quello dell’impegno finanziario concreto dei leader mondiali a finanziare il processo di decarbonizzazione. Una decisione storica, accolta da una standing ovation da parte dei delegati, che attua il principale risultato della COP27 che si è tenuta in Egitto lo scorso anno.

Crediti foto: sito COP28
Trending