Recruitment

Da AlmaLaurea a LinkedIn, quali sono le migliori piattaforme per trovare lavoro

Chi cerca un nuovo lavoro lo fa soprattutto online, consultando le diverse offerte pubblicate sui vari siti. Ecco quali sono i più usati, da consultare dopo aver aggiornato il proprio curriculum vitae

di Redazione 8 Novembre 2023 09:00

financialounge -  AlmaLaurea economia lavoro LinkedIn Monster
Cercare un nuovo lavoro tra le offerte disponibili in rete è ormai una pratica consolidata per chi sta cercando un nuovo impiego. Ma come è meglio muoversi nella vastità della rete per rendere la ricerca del novo lavoro più efficace? Nel web ci sono una moltitudine di siti che offrono annunci di lavoro ma non tutti sono affidabili. Ecco, quindi, quali sono le migliori piattaforme da consultare per chi è alla ricerca di un nuovo impiego online.

L’IMPORTANZA DEL CV


Facciamo un piccolo passo indietro. Prima di mettersi alla ricerca di un nuovo lavoro è meglio aggiornare il proprio curriculum. Le prime informazioni sul curriculum vitae dovrebbero essere quelle personali: nome, cognome, data di nascita, residenza e contatti. Utile, in questa sezione, anche il link al proprio profilo LinkedIn. Nel percorso formativo meglio inserire le esperienze più significative e più attinenti con il campo in cui si sta cercando un nuovo lavoro. Mettere una sfilza di informazioni non sempre è una scelta vincente. Se ci sono periodi di inattività, meglio motivarli.

COSA È MEGLIO EVITARE


Il curriculum deve essere di facile consultazione e fornire, a colpo d’occhio, tutte le informazioni principali e i contatti per essere eventualmente richiamato in caso di interesse da parte dall'azienda. Va bene lasciare spazio alla propria creatività ma sempre senza esagerare, quindi anche il font dovrebbe essere chiaro, con l’utilizzo di elenchi puntati, parole in grassetto per facilitare la lettura. Ultima annotazione sulla lunghezza: benché non ci sia una regola generale sul numero di pagine, meglio evitare di essere troppo prolissi e restare all’interno delle due o tre pagine.

LINKEDIN


Vediamo ora quali sono i siti migliori per trovare o cambiare lavoro. Iniziando da LinkedIn. Più che in sito, si tratta di un vero e proprio social network. Lo scopo principale di LinkedIn è quello di trovare colleghi di lavoro e creare opportunità di networking. Il proprio profilo LinkedIn è già una sorta di curriculum che riassume le principali esperienze lavorative. Molti recruiter sfruttando proprio questo social per selezionare i profili adatti alle ricerche delle aziende. L’utente, inoltre, può impostare una ricerca dettagliata di offerte “su misura” alle quali candidarsi che arriveranno direttamente via mail. È anche possibile far sapere ai recruiter che si è intenzionati a cambiare lavoro e a valutare nuove proposte, senza che l'informazione compaia pubblicamente sul proprio profilo.

MONSTER


Un’altra piattaforma popolare tra chi cerca un nuovo lavoro è Monster. Si tratta di una piattaforma americana, fondata nel 1999, nata dalla fusione di Monsterboard e Online Career center. In homepage ci sono dei consigli su come affrontare al meglio un colloquio di lavoro e su come preparare il proprio cv, insieme a una raccolta di dritte sulla carriera, per negoziare al meglio stipendio e le frasi da evitare in un video-colloquio. Il servizio è gratuito per i candidati che stanno cercando un lavoro, mentre per pubblicare un annuncio, l’azienda dovrà versare una commissione a Monster.

ALMALAUREA


Tra gli strumenti più utilizzati da laureandi, neolaureati e laureati c’è AlmaLaurea, il consorzio interuniversitario istituito nel 1994 dalle università italiane in collaborazione con il Miur e con le imprese. Sull’app AlmaGo, si possono consultare le opportunità tra stage e tirocini, sia curriculari che extracurriculari, da selezionare in base al proprio corso di studi. L’app permette anche di prendere parte agli aventi di recruiting, di aggiornare il proprio curriculum e di consultare gli aggiornamenti sulle nuove opportunità di stage o offerte di lavoro disponibili sulla piattaforma.

Trending