Contatti

Rischi (non) calcolati

Shortisti fai-da-te asfaltati anche stavolta a Wall Street

Dopo un ottobre da record, è arrivata pure l’inflazione sotto le attese a far ripartire il Toro sui listini travolgendo tanti che magari pure con leve esagerate stavano scommettendo al ribasso in modo avventato, senza il supporto di una consulenza professionale

di Controredazione 11 Novembre 2022 10:14
financialounge -  mercati Short The Contrarian Wall Street
financialounge -  mercati Short The Contrarian Wall Street

Il dato dell’inflazione Usa a sorpresa sotto le stime ha davvero scatenato al rialzo Wall Street. Con una seduta da record, miglior giorno in questo senso da aprile 2020. E così, dopo l’ottobre all’insegna di un Toro rinato e scatenato, una seduta super verde ha cominciato a dare forza all’ipotesi di un bel rally di fine anno. Travolgendo ancora una volta shortisti improvvisati

I RISCHI DELLO SHORTISMO FAI-DA-TE


Sia chiaro, sul mercato esiste il long e lo short, due posizioni egualmente legittime e che possono risultare vincenti se sono ovviamente in sintonia col trend. Quello che vogliamo dire è però che, anche guardando alle statistiche e ai grafici storici di Wall Street (che a tendere ha sempre recuperato le perdite colmando i gap) e soprattutto considerando che spesso lo short viene aperto in modo avventato, con leve spropositate, nel miraggio di facili e veloci guadagni, da persone non sufficientemente preparate e senza il supporto di una consulenza professionale, lo shortismo fai-da-te è pericoloso. E in ultima analisi sconsigliabile.



SEMPRE MEGLIO ASCOLTARE I PROFESSIONISTI


Guardiamo appunto cosa è successo nella seduta da record di ieri a Wall Street. Un dato a sorpresa sul fronte dell’inflazione ha immediatamente scatenato Wall Street con rialzi enormi, con un S&P500 oltre il +5% e ancora di più in maxi rimbalzo il Nasdaq che veniva da giorni depressi. E se si guardano i titoli che erano più shortati fino a quel momento – grafico qui allegato – si vede che questi in media sono rimbalzati di oltre il 10%. Pensiamo quindi a chi era esposto short, magari appunto in modo improvvisato, con leva troppo alta. Un disastro. E allora? Lo short appunto è posizione legittima e potenzialmente vincente come il long, ma forse certi rischi meglio non prenderli se non si è dei professionisti o non si è supportati dalla consulenza di professionisti! I professionisti della gestione del risparmio e degli investimenti e la consulenza professionale esistono proprio per questo, per evitare a chi non è sufficientemente preparato di correre rischi troppo grossi.
Trending