Investimenti green

SFDR, Schroders lancia nuovo fondo su alimentazione e acqua più sostenibili

Il fondo Global Sustainable Food and Water ha l’obiettivo di massimizzare i vantaggi delle nuove tecnologie e dell’evoluzione del sistema alimentare e idrico e ridurre il rischio climatico

di Annalisa Lospinuso 15 Dicembre 2021 15:05
financialounge -  ESG food investimenti green Schroders sostenibilità water
financialounge -  ESG food investimenti green Schroders sostenibilità water

Le società finanziarie possono guidare la transizione energetica. Come? Indirizzando gli investimenti in modo più responsabile e impegnandosi a selezionare opportunità finanziarie che perseguono l’obiettivo di rendimento ma anche di tutela dell’ambiente e della società.

SOSTENIBILITA' E INVESTIMENTI


In un’indagine condotta da Schroders sugli investitori istituzionali nel 2021 è emerso che il rischio climatico è stato un fattore primario che ha influenzato gli investimenti per il 21% di investitori istituzionali, rispetto a solo l'8% nel 2020.

GLOBAL SUSTAINABLE FOOD AND WATER


La sostenibilità sarà un tema sempre più centrale nell’agenda istituzionale e in quella finanziaria. Per questo motivo Schoders ha deciso di ampliare la gamma di fondi che offrono agli investitori un’esposizione di lungo termine ai temi più promettenti e duraturi che stanno plasmando il futuro del pianeta (Schroders Global Transformation Range). Ha così annunciato un nuovo fondo per cogliere le opportunità derivanti dalla transizione verso un sistema alimentare e idrico più sostenibili. Il fondo Schroder ISF1 Global Sustainable Food and Water sarà gestito da Mark Lacey, Felix Odey e Alex Monk.

OBIETTIVI DEL FONDO


Il fondo ha l’obiettivo di massimizzare i vantaggi che derivano dalle nuove tecnologie e dai settori strategici per l’evoluzione del sistema alimentare e idrico, individuando le migliori opportunità lungo le catene di approvvigionamento, compresa la gestione dell’acqua, la produzione e la lavorazione degli alimenti, la distribuzione e il riciclaggio.

STOCK PICKING


Il team di gestione è impegnato a individuare i 35-60 titoli che rispecchiano la ricerca di una crescita sostenibile a lungo termine degli utili e dei flussi di cassa, all’interno di una focus list di circa 190 vagliati con gli strumenti proprietari di Schroders.

SUSTAINABLE FINANCE DISCLOSURE REGULATION


Alla luce degli obiettivi di sostenibilità e dell’area di investimento, il fondo è classificato come Articolo 9 nel contesto del Regolamento SFDR (Sustainable Finance Disclosure Regulation) dell’Unione Europea. “L’attuale sistema alimentare e idrico non è più sostenibile e nei prossimi 30 anni è destinato a subire pressioni senza precedenti - ha commentato Mark Lacey, Head of Global Resource Equities e gestore del fondo Schroder ISF Global Sustainable Food and Water -. Entro il 2050 il mondo dovrà produrre il 70% in più di cibo e acqua potabile, utilizzando al contempo meno carbonio e il 70% di risorse in meno”.

DECARBONIZZAZIONE ENTRO IL 2050


Per raggiungere la decarbonizzazione, auspicata dai Governi mondiali e imposta come obiettivo da raggiungere entro il 2050 dalla recente conferenza Cop26, serviranno risorse finanziarie e soprattutto un netto cambio culturale. Questa transizione necessiterà di una riallocazione di almeno 30 mila miliardi di dollari di capitali, entro il 2050.

CIBO E ACQUA SOSTENIBILI


Il fondo Schroder ISF Global Sustainable Food and Water investirà lungo tutta la catena alimentare del valore. “La produzione di cibo e acqua oggi è responsabile del 26% delle emissioni globali di gas serra - ha aggiunto Felix Odey, Gestore del fondo Schroder ISF Global Sustainable Food and Water -. Se vogliamo nutrire in modo sostenibile la popolazione mondiale che nel 2050 arriverà a 10 miliardi, rispettando al contempo l'obiettivo dei due gradi fissato nell'Accordo di Parigi, è necessario un cambiamento strutturale. Lo sviluppo di nuove tecnologie che migliorino resa ed efficienza, l’evoluzione delle abitudini alimentari verso cibi biologici a base vegetale, insieme a iniziative governative più stringenti per agricoltura e imballaggi, offrono un enorme potenziale di crescita per le aziende capaci di rivoluzionare l’industria alimentare e idrica”.

IL RUOLO DEI GESTORI


Le Nazioni Unite segnalano che esiste un gap tra i 5.000 e i 7.000 miliardi di dollari l’anno che necessita di essere colmato con investimenti in nuove tecnologie, aziende e industrie per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, ha concluso Hannah Simons, Head of Sustainability Strategy, Schroders. “Noi investitori svolgiamo quindi un ruolo cruciale - ha aggiunto Simons - in quanto possiamo indirizzare risorse verso le aziende che contribuiscono a un futuro più sostenibile. Con questo nuovo fondo ci proponiamo non solo di affrontare la sfida di fornire cibo e acqua a una popolazione mondiale in rapida crescita, ma allo stesso tempo di ridurre l'impatto ambientale di queste industrie”.
Trending