Columbia: la variante Delta rallenta il ritorno alla normalità economica

Post-Covid
di Virgilio Chelli 13 Settembre 2021 - 18:00

Paul DiGiacomo, Head of Equity Research di Columbia Threadneedle Investments, spiega che lo speciale indice sviluppato dalla casa d’investimento è sceso leggermente sotto il picco di recupero post-pandemia

La variante Delta del coronavirus ha ritardato la normalizzazione della vita sociale, secondo Columbia Threadneedle Investments, che registra una flessione nel suo speciale indice di ritorno alla “normalità” all’84% all’inizio di settembre dall’86% di inizio di agosto. Un valore di 100% dell’indice segna il livello normale prima della pandemia, che Columbia prevede comunque non venga recuperato causa il cambiamento nei comportamenti indotto dalle misure restrittive, come il lavoro da casa, e destinato a durare.

L’INDICE FOTOGRAFA 4 DIMENSIONI

Paul DiGiacomo, Head of Equity Research di Columbia Threadneedle Investments, spiega che l’indice include quattro dimensioni: ritorno a scuola, ritorno ai viaggi e al tempo libero, ritorno sul luogo di lavoro e ritorno agli acquisti nei negozi fisici dei consumatori statunitensi, questo perché il consumo privato della più grande economia del mondo ha un’importanza globale. Gli esperti di Columbia utilizzano grandi quantità di dati disponibili per analizzare il tempo e il denaro che le persone spendono per le quattro dimensioni.

RALLENTATI GLI ACQUISTI NEI NEGOZI

Ora l’indice è scambiato leggermente al di sotto del suo picco, principalmente a causa della componente di ritorno agli acquisti nei negozi perché, spiega Paul DiGiacomo, mentre la gente continua a frequentare i negozi, l’attività è diminuita, e questo ha frenato l’avanzamento costante dell’indice dalla primavera del 2021. Il barometro era al 58% a inizio di febbraio, al 66% in aprile e al 76% in giugno, come mostra il grafico qui sotto dove nella parte finale lo scenario di base è tracciato in blu e quello al ribasso in giallo.

L’INDICATORE DI RITORNO ALLA NORMALITÀ ELABORATO DA COLUMBIA THREADNEEDLE

In vista della ripresa forte e sostenuta dell’estate, Columbia Threadneedle aveva formulato a fine luglio nello scenario di base la prospettiva di un “ritorno alla normalità” dell’indice entro fine settembre, ma questo è diventato discutibile alla luce dei recenti sviluppi, e se dovessimo vedere un forte aumento dei ricoveri o nuovi dati negativi sull’efficacia dei vaccini, questo secondo DiGiacomo potrebbe rendere più difficile il ritorno a livelli normali.

L’ATTIVITÀ NELLA NUOVA NORMALITÀ

Columbia ricorda che in ogni caso non si aspetta un ritorno di tutte le attività ai livelli pre-Covid, per cui la nuova ‘normalità’ è fissata sotto quota 100 dell’indice, che rappresenta invece la situazione precedente. Questo a causa nelle continue modifiche intervenute nei comportamenti, come il lavoro da casa. L’indice continua comunque a fornire la cornice all’interno della quale Columbia analizza le società per fornire agli investitori un’informazione puntuale sul cammino di ritorno alla normalità utile alle scelte di allocazione di portafoglio.

Financialounge - Telegram