Fineco Asset Management vede opportunità nelle A-shares cinesi

Mercato azionario
di Antonio Cardarelli 12 Aprile 2021 - 18:05

L’analisi del Team Investimenti mette in guardia dalla volatilità di questa particolare tipologia di azioni, che sul lungo termine rappresentano un tema di grande interesse

Il mercato azionario cinese riserverà interessanti opportunità, ma per coglierle serviranno pazienza e sangue freddo. A spiegarlo è il Team Investimenti di Fineco Asset Management (FAM), che si sofferma sulle A-Shares, le azioni di società cinesi quotate sulle Borse della Cina continentale. Una tipologia di azioni che, a differenza di quelle scambiate sulla Borsa di Hong Kong come Alibaba e Tencent, sono ancora di difficile accesso per i capitali stranieri e scarsamente rappresentate negli indici globali.

PIL IN CRESCITA DEL 9,3% NEL 2021

L’analisi del Team Investimenti di Fineco Asset Management parte dalle prospettive di crescita del PIL (+9,3% nel 2021 secondo le stime di Bloomberg) che ha avuto e avrà un impatto positivo per le azioni e per il Renminbi, la valuta cinese. Oltre alla crescita costante dei consumi interni, la Cina è ben posizionata anche per sfruttare la ripresa economica globale dopo il blocco delle attività a causa del coronavirus.

A-SHARES POCO RAPPRESENTATE NEGLI INDICI

“Le A-shares sono poco rappresentate negli indici, mentre le azioni cinesi costituiscono attualmente il 40% degli indici MSCI Emerging Market, le A-shares ne rappresentano meno del 5%”, spiegano gli esperti di FAM, convinti che nei prossimi anni tale quota aumenterà. Inoltre, un’altra spinta alle A-shares potrebbe arrivare dai gestori attivi, ancora “sottopesati” su questa asset class principalmente a causa di una copertura ancora scarsa. “Storicamente – spiegano dal Team Investimenti di FAM – le A-shares sono meno guidate dal sentiment e dai flussi internazionali e rappresentano un buon elemento di diversificazione. Per esempio, in 20 anni hanno mostrato una correlazione di 0,43 con l’MSCI Emerging Markets e 0,35 con l’MSCI World”.

LA TIPOLOGIA DI ESPOSIZIONE OFFERTA

Le A-shares, spiegano gli esperti di FAM, offrono un’esposizione a una serie diversificata di settori e temi focalizzati a livello nazionale che includono, per esempio, i consumi di prodotti “premium” a prezzi accessibili, ideati per sostituire le eccellenze estere con prodotti locali. Senza dimenticare, inoltre, l’esposizione alla tecnologia e in particolare al 5G e a tematiche ESG, visto che la Cina si è impegnata a raggiungere le zero emissioni nette di carbonio entro il 2060.

CAPACITÀ DI SOPPORTARE LA VOLATILITÀ

Tuttavia, per investire in Cina e sulle A-shares bisognerà mettere in conto la permanenza di alcuni fattori di tensione che possono portare volatilità, come le tensioni con Usa ed Europa o il tema dei diritti umani a Hong Kong e nei confronti della minoranza degli Uiguri. “Le sanzioni hanno avuto impatti negativi significativi su alcuni titoli – concludono dal Team Investimenti di Fineco Asset Management – ma presentano anche opportunità per altre industrie nazionali. Sebbene ci siano opportunità significative per un ulteriore apprezzamento, la volatilità rimarrà probabilmente elevata, e un approccio a lungo termine consapevole del rischio è importante per investire in Cina”.

Financialounge - Telegram