Bonus per chi paga con le carte: dal 1 dicembre sconto fino a 300 euro

Piano “cash back”
di Fabrizio Arnhold 9 Settembre 2020 - 12:40

Il governo mira a limitare progressivamente l’utilizzo del denaro contante: chi pagherà con la carta avrà uno sconto sugli acquisti a fine anno

Nelle intenzioni del governo vuole essere una maniera per contrastare l’evasione fiscale. Dal 1° dicembre partirà il piano “cash back” con cui il governo punta a limitare l’utilizzo del contante, premiando chi utilizza carte di pagamento elettroniche.

PIÙ PAGAMENTI ELETTRONICI

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, durante un incontro con i principali gestori di carte di credito e di debito ha ribadito la volontà di favorire i pagamenti elettronici. Il termine fissato è l’inizio del mese di dicembre. Chi utilizzerà carte di pagamento per gli acquisti di tutti i giorni, si troverà un bonus sul conto corrente.

L’ADEGUAMENTO TECNOLOGICO

Per fare in modo che il sistema funzioni, occorre che la rendicontazione delle transazioni passi attraverso la piattaforma PagoPa, con il trasferimento delle informazioni all’Agenzia delle Entrate. Per stimolare l’utilizzo della carta, il governo sta pensando di introdurre uno sconto del 10% sulla spesa effettuata, per un minimo di 3mila euro l’anno. Praticamente, chi spenderà 3mila euro pagando con carte elettroniche, si ritroverà sul conto 300 euro di “cash back”. Sarà previsto anche un limite minimo di operazioni, per spingere l’uso della carta di credito anche per le piccole spese. L’esecutivo, per questo, ha previsto un credito di imposta per le commissioni pagate dai piccoli esercenti, in vigore dal luglio scorso.

L’ITER LEGISLATIVO

Per approvare il decreto attuativo, serve il via libera del Garante della privacy e, in un secondo momento, quello della Corte dei conti. La scelta di puntare sui pagamenti elettronici – con carta ma anche con device elettronici come lo smartphone o lo smartwatch – rientra nella volontà di ridurre progressivamente l’uso del denaro contante: l’abbassamento da 2.999,00 a 1.999,00 resterà in vigore fino al 31 dicembre 2021. Dal 1° gennaio 2022 il limite dovrebbe scendere ancora, fino a 999,99 euro.

Financialounge - Telegram