Per Ethenea meglio puntare su obbligazioni societarie, valute e oro

Asset allocation
di Leo Campagna 17 Giugno 2020 - 15:02

Le possibili alternative alle azioni secondo Michael Blümke (Ethenea), che ipotizza un rafforzamento del dollaro e del franco svizzero

Il vigoroso recupero degli indici di Borsa dai minimi di marzo, dopo la violenta correzione causata dalla diffusione della pandemia, rende ora il mercato azionario attraente agli occhi degli investitori. Tuttavia siamo precipitati in una recessione e, per quanto la ripresa di tutte le attività economiche globali proceda in modo rapido, è meglio restare prudenti. A consigliarlo è Michael Blümke, portfolio manager del fondo Ethna-Aktiv di Ethenea, convinto che il recupero degli indici di Borsa sia ancora fragile e potrà stabilizzarsi soltanto nei prossimi mesi. Secondo l’esperto, meglio puntare su obbligazioni societarie, oro e valute estere che, al momento, esprimono un interessante rapporto rischio/rendimento.

IL RITORNO AI LIVELLI PRE CRISI RICHIEDERÀ TEMPO

L’analisi di Blümke parte dalla considerazione che un vero ritorno dell’economia reale (assunzioni invece che licenziamenti, ripristino degli investimenti aziendali ai livelli abituali, ripresa dei consumi e degli acquisti delle famiglie in sicurezza) ai livelli pre-crisi richiederà tempo. “Le pur ingenti misure di politica monetaria e fiscale non saranno in grado di risolvere i problemi di solvibilità di un gran numero di società colpite. Questo potrebbe causare nei prossimi mesi un forte incremento delle insolvenze aziendali, nonché un aumento del risparmio anziché dei consumi”, spiega il manager.

RISCHIO DI ESCALATION NELLE TENSIONI USA- CINA

Secondo il quale sullo sfondo persisteranno le tensioni tra Cina e Usa, con fasi di escalation che potrebbero acuirsi nel corso dell’imminente campagna elettorale degli Stati Uniti, alla luce del fatto che Pechino rappresenta sia per i Democratici che per i Repubblicani un facile pretesto per distogliere l’attenzione dai problemi politici interni. “Ogni ulteriore escalation del conflitto causerà un incremento della volatilità dei mercati a breve termine e danni a lungo termine per la crescita globale. C’è il rischio che la vera perdente in questa situazione continuerà a essere l’economia europea, schiacciata tra Washington e Pechino”, specifica Blümke.

SOTTOPESO NELL’AZIONARIO

La filosofia d’investimento del gestore di Ethenea non è cambiata durante questa crisi, privilegiando un posizionamento difensivo che, al momento, non prevede il passaggio verso un portafoglio più offensivo. All’interno del fondo Ethna-Aktiv, infatti, l’azionario è in sottopeso contando per circa il 20% del portafoglio, mentre il resto del portafoglio resta esposto principalmente sui corporate bond, sull’oro e sulle valute.

DOLLARO USA E FRANCO SVIZZERO CONTINUERANNO A RAFFORZARSI

In ambito valutario, in particolare, il manager continua a puntare sul dollaro Usa e il franco svizzero, che hanno contribuito positivamente alla performance del fondo. “Entrambe le divise hanno evidenziato una forza costante, nonostante i massicci interventi della Banca nazionale svizzera e la politica monetaria ultra accomodante della Federal Reserve americana. Andamenti che ci portano a pensare che a lungo termine il franco svizzero possa restare forte e il dollaro Usa sia in grado di registrare un’ulteriore crescita”, conclude Blümke.