Attese & Mercati – Settimana dal 21 ottobre 2019

di Redazione

Europa e Usa in attesa di dati macro per misurare la temperatura delle rispettive economie. Draghi pronto all’ultima uscita pubblica del suo mandato mentre a Wall Strett arrivano i risultati trimestrali di Amazon

DATI IN ARRIVO

Settimana di importanti dati in arrivo, quella appena cominciata, sia negli Usa che in Europa. Con la Germania in recessione tecnica dopo la seconda frenata consecutiva del Pil nel 2019, tutti gli occhi saranno puntati sull’indice che misura la fiducia delle imprese (Ifo) in uscita venerdì. Restando nel Vecchio Continente, giovedì arriva il Pmi preliminare, l’indice dei responsabili degli acquisti, previsto in leggera frenata ma comunque al di sopra della soglia dei 50 punti, che separa l’espansione dalla contrazione. Sempre giovedì, negli Stati Uniti, in uscita gli indici Pmi che andrà letto anche tenendo conto della revisione al ribasso delle previsioni di crescita globali fatta da Fmi e Banca Mondiale.

DRAGHI PASSA IL TESTIMONE

Giovedì 24 ottobre si chiude il sipario sul mandato di Mario Draghi . L’uomo che ha salvato l’euro con il suo “whatever it takes” passerà il testimone a Christine Lagarde dopo otto anni molto intensi costellati prevalentemente dai tassi negativi che tanto hanno fatto arrabbiare i tedeschi e non solo. Un periodo chiuso con il botto, con Draghi che nella penultima seduta ha imbracciato nuovamente il bazooka del quantitative easing facendo ripartire gli acquisti di titoli allo scopo di mettere nuova liquidità nell’economia reale. Sforzi, come si diceva, non sempre apprezzati dai “falchi” del Nord Europa, come dimostrano gli ultimi attacchi arrivati a Mario Draghi per i presunti effetti distorsivi dei tassi negativi che qualche banca – Unicredit in testa – è pronta a girare sui clienti con depositi superiori al milione di euro. Visto l’andamento della penultima uscita, dal board di giovedì non si aspettano sorprese.

AMAZON PUBBLICA I RISULTATI TRIMESTRALI

Dopo la settimana dominata dai bancari Usa, con JP Morgan Chase sorpresa positiva e sostanzialmente nessuna sorpresa negativa, prosegue a Wall Street la settimana delle trimestrali. Martedì 22 è la volta dei risultati di McDonald’s, Novartis, Texas Instruments e Whirlpool. Mercoledì attesa per Microsoft, Boeing, Tesla, Blackstone e Caterpillar, con quest’ultima storicamente considerata uno dei termometri per valutare lo stato del’economia globale. Spazio ai titoli tecnologici nella giornata di giovedì con l’attesa per Amazon e per Twitter. Venerdì la chiusura della settimana con i risultati trimestrali di Verizon.




FinanciaLounge
21 Ottobre 2019
Partner
Top