I numeri

John Elkann agli azionisti: “La Ferrari elettrica resterà fedele alla storia dell’azienda”

Exor, holding della famiglia Agnelli, ha presentato i conti 2023 con un utile consolidato di 4,2 miliardi di euro grazie a Ferrari e Stellantis. I temi trattati dall’amministratore delegato nella lettera annuale

di Antonio Cardarelli 11 Aprile 2024 10:14
financialounge -  exor finanza John Elkann
Ferrari e Stellantis hanno sostenuto i conti di Exor, la holding della famiglia Agnelli, nel corso del 2023. Lo scorso anno si è chiuso con un utile consolidato di 4,194 miliardi di euro, in calo rispetto ai 4,277 miliardi dell’anno precedente.

CONTI GUIDATI DA STELLANTIS E FERRARI


Guardando nel dettaglio i conti Exor, il Nav (net asset value) è salito del 25,7% a 35,513 miliardi, con il Nav per azione in aumento del 32,7%. A spingere l’incremento sono stati principalmente i prezzi delle azioni di Stellantis e Ferrari. Il 2023 ha evidenziato un aumento della diversificazione di portafoglio, alimentata dalla vendita di PartnerRe, con 5,4 miliardi di euro di liquidità distribuita nel 2023. Il Cda di Exor ha intenzione di proporre all'assemblea generale degli azionisti il pagamento di un dividendo di 0,46 euro per azione, per un totale di circa 100 milioni di euro. Nel 2023, Exor ha pagato un dividendo di 0,44 euro per azione, per un importo totale di circa 100 milioni di euro.

LE NOVITÀ PER EXOR


Exor ha segnalato che a partire dal primo gennaio 2024 Exor si qualifica come 'Investiment Entity' ai sensi dell'Ifrs 10. Di conseguenza cambierà la sua rendicontazione, deconsolidando le società del portafoglio e contabilizzandole al fair value. Come si legge in una nota, "negli ultimi anni, Exor è evoluta da holding a investiment entity, a seguito di un significativo cambiamento nell’attività e nella composizione del suo portafoglio, e dai cambiamenti nel suo processo di revisione del portafoglio che determinano le decisioni di allocazione del capitale basate sul fair value”.

“LA FERRARI ELETTRICA FEDELE ALLA STORIA”


Nella lettera inviata da John Elkann agli investitori, l’amministratore delegato si è soffermato su Ferrari che "ha continuato a raggiungere risultati eccezionali, superando le previsioni annuali”. “Non vediamo l'ora di celebrare ulteriori vittorie con clienti, tifosi e dipendenti con Benedetto Vigna e il suo leadership team che mantengono il loro approccio 'con le gomme ben salde sulla terrà, mentre il Cavallino Rampante prosegue nel suo viaggio verso l'elettrificazione restando fedele alla propria storia", ha proseguito Elkann. Un mercato, quello delle auto elettriche, che vedrà la Cina protagonista, come ha scritto Elkann nella lettera, “con un approccio articolato che si concentra su industrie affini, batterie e una base di fornitori a basso costo e spesso di alta qualità”.

GEDI E JUVENTUS


Passando all’editoria, dove Exor è attiva con le azioni di maggioranza di Gedi, Elkann si è soffermato sulla strategia digitale che si concentra su La Repubblica e La Stampa: “Continuiamo a credere nell'importanza di un giornalismo affidabile e di qualità, specialmente in un mondo in cui a volte è difficile fidarsi di ciò che leggiamo", ha detto Elkann. Per quanto riguarda la Juventus, John Elkann ha parlato di “anno zero”, ribadendo la fiducia nel nuovo ds Giuntoli e nella valorizzazione del settore giovanile. Nella lettera agli azionisti Elkann ha poi affrontato anche le sfide legate alle altre aziende controllate da Exor, come Exor Ventures, attiva nell’healthcare, che “nonostante un mercato difficile ha trovato molte buone opportunità” in diverse startup.

LINGOTTO E MODA


Lingotto, un gestore di asset patrimoniali alternativi lanciato da Exor a maggio 2023 con lo scopo di offrire rendimenti a lungo termine attraenti per i suoi limited partners, è arrivata a 4,5 miliardi di euro di asset in gestione. Per quanto riguarda invece Christian Louboutin, in cui Exor ha investito nel 2021, "l'azienda progredisce verso l'obiettivo di superare un miliardo di euro di ricavi, continuiamo ad essere entusiasti delle sue prospettive e la partnership che abbiamo avuto negli ultimi tre anni ci incoraggia nella nostra convinzione di un futuro brillante", ha scritto Elkann.
Share:
Trending