Contatti

Effetto tassi

Conti deposito: 4,5 milioni aperti nell'ultimo anno, il 60% online

La rendita può arrivare fino al 5% ma se la Bce abbasserà i tassi, i rendimenti potrebbero calare. Nel 2023 boom di ricerche tra i comparatori online che sono cresciute del +169%

di Fabrizio Arnhold 2 Aprile 2024 11:54
financialounge -  conti deposito inflazione online risparmio tassi

L’inflazione ha fatto tornare di moda il conto deposito. Negli ultimi dodici mesi, sono 4 milioni e mezzo gli italiani che ne hanno aperto uno. Il dato che salta all’occhio è anche quello relativo alle ricerche online su questi prodotti che sono schizzate del +169% nel 2023. Occhio al rendimento, però, perché potrebbe calare quando la Bce abbasserà i tassi.

I TASSI DI RENDIMENTO: FINO AL 5%


La corsa dei prezzi negli ultimi anni ha messo sotto scacco anche la liquidità posteggiata in banca. Lasciarla ferma sul conto, significa vedere eroso nel tempo il proprio patrimonio, esposto alla corsa dell’inflazione. Secondo una ricerca di Facile.it, nel caso dei conti deposito vincolati, i tassi con scadenza del vincolo a 60 mesi hanno una redditività che può arrivare al 4,75%, tasso che scende al 4,45% nel caso di vincolo a 36 mesi e al 4,20% per quelli a 12 mesi. Se si guarda ai conti deposito non vincolati, i tassi possono arrivare fino al 5% per le scadenze più lunghe.

SI FA (QUASI) TUTTO ONLINE


L’indagine di Facile.it ha preso in esame anche quali sono stati i canali più utilizzati per la sottoscrizione. Nell’ultimo anno è emerso che più di 1 su 2 (60%) lo ha fatto online, mentre solo il 32,5% del campione si è recato fisicamente in filiale per aprire un conto deposito. Solo il 7,5%, infine, ha aperto un conto tramite un agente o un mediatore fisico. In 7 casi su 10 il nuovo conto è stato attivato nella banca in cui era già attivo un conto corrente.

PREFERITO NELLA FASCIA 25-34 ANNI


Guardando all’età, il conto deposito è diffuso soprattutto tra gli italiani con un’età compresa tra i 25 e i 34 anni (45,5%). Restringendo l’analisi solo all’ultimo anno, invece, nella stessa fascia d’età ha aperto un conto deposito il 16,4% del campione. Tra i 14 milioni di italiani titolare di un conto deposito, oltre 1,7 milioni (4,3%) dichiara di averne più di uno. A livello geografico, sono soprattutto gli abitanti del Nord Ovest a preferire questo strumento finanziario (41,5% contro il 34% a livello nazionale).

RENDIMENTI IN CALO


Se a spingere i rendimenti dei conto deposito, uno strumento a rischio ridotto, per questo preferito anche dai risparmiatori che non vogliono esporsi alla volatilità dei mercati, i tassi di interesse potrebbero scendere con i tagli della Banca centrale europea. “Se, come previsto dagli analisti, le Bce dovesse iniziare ad abbassare gli indici nei prossimi mesi, queste potrebbero essere le ultime opportunità per beneficiare di redditività così elevate”, commentano gli esperti di Facile.it.
Trending