Contatti

Inflazione in calo

Goldman Sachs: Bce taglierà i tassi prima del previsto, nel secondo trimestre 2024

Per gli economisti della banca americana, se l’inflazione continuerà a rallentare e la crescita non migliorerà il prossimo anno, assisteremo a un ciclo di tagli più rapido del previsto

di Fabrizio Arnhold 1 Dicembre 2023 11:55
financialounge -  BCE economia inflzione mercati tassi
financialounge -  BCE economia inflzione mercati tassi

Il crollo dell’inflazione in Italia e la diminuzione nell’eurozona della corsa dei prezzi, potrebbe comportare un allentamento della stretta monetaria prima del previsto. “Probabilmente il primo taglio avverrà nel secondo trimestre del 2024”, secondo gli esperti di Goldman Sachs.

INFLAZIONE IN CALO


L’inflazione nell’eurozona è scesa al 2,4% su base annua, nettamente al di sotto della attese. In Italia l’inflazione di novembre crolla al +0,8% su anno, minimo dal 2021. Gli economisti di Goldman Sachs si aspettavano una decisione sui tassi nel terzo trimestre.

TAGLIO IN ANTICIPO


“Anche se vediamo un ostacolo significativo per tagli dei tassi prima del secondo trimestre”, rilevano gli esperti della banca americana in una nota ai clienti, “i rischi attorno al nostro scenario di base sono chiaramente sbilanciati verso un ciclo di tagli più rapido se l'inflazione continua a rallentare più rapidamente del previsto o se la crescita non riesce a migliorare il prossimo anno”.

TAGLI GRADUALI


Il processo di riduzione del costo del denaro avverrà in ogni caso in modo graduale. Ma probabilmente in anticipo rispetto alle previsioni di qualche settimana fa, alla luce del rallentamento della corsa dei prezzi più deciso rispetto alle attese.
Trending